Cronaca
Commenta

Ad Annalisa Malara consegnato
a Lodi il Premio Donna

L’anestesista cremonese, Annalisa Malara, che per prima, a febbraio 2020 scopri il paziente 1 all’ospedale di Codogno, individuando di fatto il primo caso di Covid nel mondo occidentale, è stata insignita a Lodi del Premio Donna, proprio per la sua scoperta. “Le siamo riconoscenti, non abbiamo parole per esprimere quanta riconoscenza abbiamo nei suo confronti” la consigliera di parità Venera Tomarchio durante la cerimonia di consegna.

Un riconoscimento che “mi fa estremamente piacere, perché testimonia l’importanza che le donne hanno avuto in ambito sanitario e civile nella lotta contro questo virus e la gestione della pandemia” ha detto la dottoressa (come riporta il quotidiano Il Giorno). “Credo che le donne possano dare tanto e fare la differenza in tantissime situazioni”.

Sempre a Il Giorno, Malara ha raccontato il suo nuovo percorso professionale, che ora l’ha portata presso la terapia intensiva dell’ospedale San Matteo di Pavia: “E’ stata una decisione mossa dal fatto che in tutta questa vicenda quello che ha fatto la differenza è stato il voler fare il meglio possibile per i pazienti. Quindi la preparazione e la crescita professionale sono la chiave per dare un servizio efficace, che possa fare la differenza£.

Ma non è l’ultimo dei riconoscimenti destinati al medico cremonese: il sindaco di Castiglione d’Adda, tra i primi 10 comuni in zona rossa, vuole consegnarle la cittadinanza onoraria durante la celebrazione del 2 giugno.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti