Cronaca
Commenta

Prezzi dei suini tra macellatori
e allevatori. Trovata l'intesa

Dopo i problemi legati alla discussione sui prezzi dei suini tra macellatori e allevatori dei mesi scorsi, è pace fatta: la commisione Unica Nazionale suini da macello tornerà a fare i prezzi.
L’intesa è stata trovata sulla tariffa di 1,680 euro al chilo di peso vivo, ma rimangono delle questioni ancora da risolvere in un settore che versa in una delle peggiori crisi nei rapporti di filiera degli ultimi trent’anni.

Serena Antonioli, vice presidente Coldiretti Cremona: “Ad oggi con la call si è riusciti finalmente a stabilire un prezzo del suino pesante del circuito tutelato senza ricorrere a forbici inopportune di prezzo. Nonostante ciò dopo un solo mercato il prezzo sta già calando: sicuramente questo momento storico ancora di pandemia ostacola l’aiuto che potevamo avere a sostegno del prezzo da parte settore Oreca e tutte le sagre che in questo periodo si svolgevano ma che sono state sospese.”

Tra le problematiche da risolvere vi è sicuramente quella legata al marchio DOP dei prosciutti a cui ancora non viene risconosciuto il valore del lavoro degli allevatori.

Si va verso una strategia congiunta tra le regioni lombardia ed emilia romagna assieme al governo, senza dimenticare le linee guida della Commissione Europea, per accompagnare la suinicoltura italiana sui livelli che le competono.

Lorenzo Scaratti

© Riproduzione riservata
Commenti