Cronaca
Commenta

In duemila al voto per il nuovo
Comune Oglio Ciria (o Oglio-Ciria)

Stanno votando da questa mattina alle 8 i residenti di Grontardo, Olmeneta, Scandolara Ripa d’Oglio e Corte de’ Frati. Circa 2000 gli aventi diritto al voto per dire la parola finale a un processo che dura da diversi anni, rallentato dalla pandemia, e che, se vinceranno i sì,porterà alla creazione di un unico Comune. La seconda scheda, quella gialla, serve per decidere la nuova denominazione del Comune, Oglio-Ciria, con o senza trattino, un entità di 4500 residenti.

I seggi sono allestiti nelle scuole materne di Corte dè Frati (due); uno nella scuola elementare di Grontardo e uno a Levata nella scuola Media; uno nell’ex scuola di Scandolara Ripa D’Oglio e uno nel municipio di Olmeneta.

Lo spoglio avverrà subito dopo la fine della votazione, dunque a partire dalle 22. Se anche solo uno dei paesi coinvolti risultasse contrario all’operazione, la fusione salterebbe. Se invece vincerà il fronte del sì, i risultati verranno inviati alla Regione, che dovrà deliberare l’istituzione di un nuovo comune. Decaduti i 4 sindaci attuali, sarà nominato un commissario prefettizio, che amministrerà fino alle nuove elezioni, in primavera 2022, per nominare il sindaco unico e la sua giunta.

fotoservizio Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti