Cronaca
Commenta

Spaccio nei locali: sequestrati
1,7 chili di marijuana. Un arresto

Spaccio di sostanze stupefacenti. Con questa accusa, venerdì scorso gli agenti della squadra Mobile della Questura di Cremona guidati dal dirigente Marco Masia hanno arrestato un italiano di 40 anni, fermato poco prima in via Milano per un controllo.

L’intervento degli uomini dell’antidroga è la conclusione di un’indagine iniziata nelle ultime settimane in seguito a segnalazioni di numerosi episodi di spaccio di droga nei locali della movida cremonese. Proprio per far fronte a questo fenomeno, la polizia ha organizzato una serie di attività di osservazione in alcuni locali del centro che hanno permesso di individuare gli atteggiamenti sospetti del 40enne, notato in quanto nell’arco della stessa sera scendeva più volte dalla sua auto, entrando e uscendo di fretta dai locali.

Sono quindi scattati appostamenti e pedinamenti, così come l’analisi del sistema di videosorveglianza comunale e delle banche dati in uso alle forze di polizia. In questo modo tutti i movimenti dell’uomo sono stati tenuti sotto controllo. Venerdì alle 21 il 40enne è stato fermato a bordo della sua auto, che guidava benchè avesse la patente revocata. Nella macchina, nascosti, sono stati trovati alcuni grammi di hashish e circa 6 grammi di cocaina.

Il controllo, esteso nella sua abitazione, ha permesso di trovare, nascosti in una rimessa per gli attrezzi in giardino, circa 1,7 chili di marijuana e 86 grammi di cocaina pura, ancora da tagliare, oltre ad una bilancia di precisione e materiale per il confezionamento. Sul mercato, la sostanza sequestrata avrebbe potuto fruttare circa 40.000 euro se venduta al dettaglio. Il 40enne, S.D., è stato quindi arrestato e portato in carcere.

Nelle prossime settimane verranno aumentati i controlli su strada e continuerà il monitoraggio dei fenomeni di spaccio di droga all’interno dei locali dell’hinterland cremonese.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti