Lettere
Commenta

Gara ciclistica e...
inquinamento?

da Stefano G. Loffi

Egregio Direttore,

Lo scorso primo novembre si è tenuta la manifestazione ciclistica “’11esimo XC Parco del Po (rectius: “Maffo Vialli”) e del Morbasco”, organizzato dal Club Ciclistico Cremonese. Quasi per caso, oggi, 17 novembre, sono passato a piedi nel punto in cui, lungo la pista ciclabile, erano posate alcune delle tante transenne.

Allego immagini per cercare di dare un’idea di ciò che ho visto: decine di fascette di nylon abbandonate a terra da chi evidentemente le ha tagliate quando è stata l’ora di rimuovere le transenne, e poi gettate a terra sic et simpliciter!

Non so se il Comune imponga una cauzione, a garanzia che tutto sia messo in ordine al termine di ogni evento, e così possa intervenire; poiché, sino ad ora (dopo 16 giorni!), pare che nessuno se ne sia accorto …

Neppure mi permetto di augurare ciò che vorrei a chi ha avuto un tale comportamento: credo sarebbe una punizione meritata se si pubblicasse il nome e cognome di chi – spero uno solo, pensando a quante transenne erano posate! – ha ben pensato di aumentare la plastica che inquina il mondo piuttosto di mettersela … in tasca!

Cordialmente.

Stefano G. Loffi – Cremona

© Riproduzione riservata
Commenti