Cultura
Commenta

Quattro studenti del Manin ammessi
al Campionato delle Lingue di Urbino

Per la prima volta il  Liceo Manin ha partecipato, con un gruppo di 14 alunni degli indirizzi Linguistico e Classico, alla preselezione del Campionato delle Lingue organizzato dall’Università di Urbino, guidati dalle referenti del progetto, le professoresse Pierangela Porcu e Germana Moroni, con la preziosa collaborazione del professor Roberto Branchi.

Si tratta di  una competizione formativa nell’ambito dell’insegnamento e apprendimento delle lingue straniere, rivolta agli studenti iscritti al Quinto anno della Scuola secondaria di secondo grado e riconosciuta nel programma per la valorizzazione delle eccellenze per l’a.s. 2021/2022 dal D.M. n. 223 del 22 luglio 2021.

L’iniziativa rappresenta un momento qualificante che rafforza i rapporti tra Scuola e Università, attraverso un proficuo scambio di risorse intellettuali e culturali per la diffusione, la promozione e la valorizzazione dell’apprendimento e dell’insegnamento delle lingue e culture straniere.
Dopo un test in piattaforma della durata di 90 minuti, che accerta le abilità e le competenze acquisite nel quinquennio con una serie di prove che spaziano dal livello A2 al livello C1, quattro alunni del “Manin”, uno per ogni lingua straniera fra l’Inglese, il Francese, il Tedesco e lo Spagnolo, sono stati scelti sulla base del miglior risultato ottenuto per accedere alla graduatoria nazionale. I primi trenta classificati per ogni lingua straniera, su tutto il territorio nazionale,  parteciperanno nel mese di febbraio alla selezione finale che si terrà ad Urbino.
Con questo Progetto, il Liceo Manin ha voluto offrire ancora una volta ai propri studenti la possibilità di confronto e di crescita: Urbino rappresenta la grande opportunità di mettersi in gioco in un contesto diverso da quello abituale e di condividere con coetanei di tutta Italia un’esperienza così gratificante.


Soddisfatte le Referenti Porcu e Moroni: “Ci auguriamo che i nostri alunni riescano a superare la prima selezione, a classificarsi per le semi-finali e, perché no, per la finale. Se così non fosse, rimane comunque l’orgoglio e la consapevolezza di aver affrontato con volontà e dedizione una prova impegnativa, novità assoluta per la nostra Scuola. Per questo, ringraziamo i nostri alunni che non hanno esitato a dimostrare la loro passione per le Lingue straniere, consci dell’importanza che esse rivestono nel mondo attuale”.
“Abbiamo colto con entusiasmo l’opportunità offerta dal Campionato delle Lingue – aggiunge la dirigente Maria Grazia Nolli – e ci auguriamo che i nostri studenti possano proseguire con questa esperienza stimolante che li vede protagonisti in un contesto nazionale. Grazie al loro impegno ed a quello dei docenti che li stanno guidando lungo le fasi selettive della gara”.

© Riproduzione riservata
Commenti