Cronaca
Commenta

Deceduto don Giuseppe Giori,
lunedì camera ardente a Soresina

È deceduto all’alba di domenica 5 dicembre don Giuseppe Carlo Giori, 80 anni, originario di Soresina, parroco emerito di Pugnolo. Il decesso è avvenuto all’Ospedale di Cremona dove il sacerdote era ricoverato da qualche tempo.

Nel pomeriggio di lunedì 6 dicembre la salma sarà trasferita a Soresina, presso il Tempietto, dove dalle 16 sarà allestita la camera ardente e vi sarà la preghiera del Rosario. I funerali, presieduti dal vescovo Antonio Napolioni, saranno celebrati la mattinata di martedì 7 dicembre, alle ore 10, presso la chiesa parrocchiale di San Siro, a Soresina, nel cui cimitero sarà sepolto.

Don Giori (in foto in uno scatto d’archivio a Pugnolo durante la celebrazione per il suo saluto), ordinato sacerdote il 24 giugno 1967, ha iniziato il proprio ministero svolgendo l’incarico di vicedirettore del Preseminario di Caravaggio. È stato quindi vicario a Casalmaggiore, nella parrocchia di S. Stefano (1972-1974), e a Cassano d’Adda, presso la comunità di S. Maria Immacolata e S. Zeno (1974-1980).

Nel 1980 è stato trasferito a Pugnolo, dove è rimasto come parroco per 31 anni. Successivamente, dal 2011 al 2012, don Giori era rimasto a servizio delle parrocchie di Pugnolo, Cella Dati e Derovere come collaboratore parrocchiale. Dal 1999 al 2006 ha anche ricoperto l’incarico di cappellano dell’ospedale Germani di Cingia de’ Botti.

Dal 2012 era residente a Pieve San Giacomo. Il 5 agosto scorso ha compiuto 80 anni.

© Riproduzione riservata
Commenti