Cronaca
Commenta

Arrestato per droga va ai domiciliari
Evade e non si presenta a processo

L’avvocato Giarrusso

Dopo l’arresto per droga era stato posto ai domiciliari nella sua abitazione di Casaletto Ceredano dove vive con la mamma. Oggi avrebbe dovuto presentarsi al processo per direttissima, ma non si è fatto vedere. Nessuno sa dove sia.

Kairell Tocila, 21 anni, albanese, regolare sul territorio, con un precedente per rapina commesso quando era minorenne, è finito in manette sabato scorso verso le 23,30 dopo essere incappato in un controllo stradale dei carabinieri a Spino d’Adda. Addosso al ragazzo, che aveva tradito del nervosismo, i militari hanno trovato 20 grammi di cocaina, mentre altro stupefacente è stato rinvenuto nella sua casa durante la successiva perquisizione domiciliare. I carabinieri hanno sequestrato 6 grammi di eroina, 34 di hashish, una banconota falsa da 50 euro e un’altra da 20, 500 euro in  contanti nascosti in un orologio da parete e sostanza da taglio. Parte dello stupefacente sequestrato, in particolare la cocaina e l’hashish, è già stato analizzato per definire il principio attivo.

Il giovane è stato dichiarato in arresto e posto ai domiciliari in attesa del rito direttissimo fissato per oggi pomeriggio alle 15. In tribunale, però, il 21enne non si è mai presentato. Il giudice, nel frattempo, ha convalidato l’arresto e ordinato le ricerche dell’albanese di cui ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Il suo legale, l’avvocato Guido Giarrusso, ha chiesto ed ottenuto i termini a difesa, e il processo è stato aggiornato al prossimo 7 febbraio.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti