Scuole
Commenta

Borse di studio “Maria Vailati
Checchi ed Enrico Checchi"

Come da tradizione, si è tenuta oggi, mercoledì 22 dicembre, la cerimonia di premiazione della Borsa di Studio intitolata alla Memoria di “Maria Vailati Checchi ed Enrico Checchi”. Presenti il Presidente della provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni, il membro della CommissioneGiovanni Gagliardi, Carla Vailati, e Laura Braga, referente e funzionario della Provincia, oltre a dirigenti Scolastici e Amministratori locali.

La Borsa di Studio deriva dall’accettazione, da parte della Provincia, della donazione effettuata dagli eredi della signora Maria Vailati vedova Checchi che, con testamento olografo aveva espresso la volontà di istituire una borsa di studio annuale per alunni meritevoli di età compresa tra i sei e quattordici anni residenti in un Comune della provincia di Cremona.

L’assegnazione della Borsa di Studio avviene a cura di una Commissione appositamente costituita composta dal Presidente della Provincia, da due Consiglieri Provinciali, dal dirigente del Settore Patrimonio ed Edilizia Scolastica e da un funzionario dell’Ufficio Scolastico Territoriale.

I criteri per l’assegnazione della borsa tengono in considerazione, in particolare, il merito (generosità, altruismo, bontà d’animo dimostrata nei confronti dei propri familiari o degli amici o di qualsiasi altra persona bisognosa di aiuto, tanto morale quanto materiale) e il profitto scolastico/comportamento nell’ambito delle attività didattiche.
L’ammontare degli interessi destinati al Bando anno 2021 era pari a 2mila euro e la Commissione ha la facoltà di suddividere la somma assegnando la borsa ad un massimo di tre candidati.
Le domande di partecipazione al bando 2021 sono state in totale quattor. La Commissione, in seguito a istruttoria, ha stabilito di assegnare la borsa di studio, suddividendo la somma a disposizione, a tre candidati che si sono particolarmente distinti per episodi di bontà.

Nell’a.s. 2019/2020, i candidati assegnatari della borsa sono risultati tre e frequentavano la 2A della scuola secondaria di primo grado di Vaiano Cremasco (I.C. “Rita Levi Montalcini”), la 1C della scuola secondaria di primo grado di Spino d’Adda (I.C. “Luigi Chiesa”) e la 2A della scuola secondaria di primo grado di Bagnolo Cremasco (I.C. “Rita Levi Montalcini”).

© Riproduzione riservata
Commenti