Cronaca
Commenta

Shopping con sempre meno
contanti: il parere dei cremonesi

Dal 1° gennaio 2022 il tetto per i pagamenti in contante scende dagli attuali duemila ai mille euro, come disposto dal decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2020 approvato dal governo Conte-bis. Si tornerà così al livello fissato nel 2011 dal decreto Salva Italia e sarà la nona modifica in vent’anni. I commercianti di Cremona non ravvisano problematiche, anche perché la maggior parte dei pagamenti viene ormai effettuata in modo elettronico soprattutto per importi elevati, piuttosto lamentano i continui cambi di normativa.

L’abbassamento del tetto per il contante punta a rafforzare la lotta al nero e prosegue in linea con un’altra misura approvata durante l’esame parlamentare del decreto legge Recovery per incoraggiare il cashless: dal 1° gennaio 2023 negozianti e professionisti dovranno accettare il bancomat o le carte di credito come forme di pagamento, a prescindere dall’importo, altrimenti verranno sanzionati con una multa a partire da 30 euro, somma cui si aggiungerà una percentuale in base al valore del prodotto o del servizio acquistato.

Federica Priori

© Riproduzione riservata
Commenti