Cronaca
Commenta

Trucioli di liuteria, iniziata
la distribuzione dei sacchi

I trucioli di legno derivanti dalla lavorazione artigianale degli strumenti musicali non verranno più gettati nell’indifferenziata: l’annuncio era stato dato lo scorso ottobre a seguito di una riunione del Distretto urbano del commercio di Cremona, dedicata alla sperimentazione della tariffa puntuale in corso.

Ora è incominciata al Centro Servizi di Linea Gestioni la distribuzione dei sacchi per la raccolta che verranno poi inseriti in appositi contenitori e prossimamente ritirati – si presume con cadenza mensile, ma la data di partenza è ancora da definire così come la modalità, l’intenzione infatti sarebbe riciclarli per dare nuova vita ad un materiale che è comunque raro e prezioso: per realizzare violini, viole, violoncelli e contrabbassi infatti si usa il legno di risonanza degli abeti provenienti da foreste che si trovano soltanto in alcuni luoghi del mondo come Paneveggio (in Italia) dove si narra che lo stesso Maestro Antonio Stradivari si recasse personalmente per scegliere i pezzi migliori. La nuova raccolta differenziata di trucioli interesserà i liutai di Cremona, città dove si contano oltre un centinaio di botteghe. Al tempo la notizia era stata accolta positivamente dai Maestri della Cna: «Questa modalità si inserisce nel solco di un’intelligente sensibilità ambientale, che eleva un cosiddetto rifiuto ad un nuovo e sostenibile utilizzo».

Federica Priori

© Riproduzione riservata
Commenti