Cronaca
Commenta

I contagi fanno paura, Stagno
sospende la tradizionale "maialata"

Lo scorso anno a fine gennaio l'amministrazione comunale e i gruppi di volontariato avevano organizzato la manifestazione consentendo solo l'asporto. Quest'anno, nel terzo inverno contrassegnato dalla pandemia, con l'estrema diffusività della variante Omicron, ha prevalso la cautela

“E’ con grande dispiacere, ma con altrettanto senso di responsabilità, che dopo esserci confrontati con il gruppo dei volontari della cucina, abbiamo deciso per questo 2022 di sospendere la ‘maialata’ che tradizionalmente si teneva a fine gennaio presso la palestra comunale”. Lo annuncia il sindaco di Stagno Lombardo, Roberto Mariani, in considerazione della situazione sanitaria che consiglia  di “evitare i rischi con scelte responsabili”.

Una scelta che contrasta con quella di gennaio 2021, quando, a un anno dalla diffusione del Covid, la manifestazione – un must per il comune alle porte di Cremona – venne organizzata seppure con un format speciale legato alla necessità di contenere i contatti.
Stavolta, con la variante Omicron di estrema diffusività, l’amministrazione ha deciso di soprassedere: “Pensiamo che lo stare assieme – continua Mariani – trattandosi di un momento di divertimento e condivisione, vada fatto con tranquillità e serenità, situazioni purtroppo ora non così certe, pertanto l’invito è, a malincuore, al prossimo anno”.

Un anno fa, la manifestazione aveva unito le forze di Comune, Protezione Civile, Gruppo Ciclisti e Gruppo Trattoristi, in collaborazione con la parrocchia, e si era svolta nella versione solo da asporto. Pancetta, coppa, verze matte, cotechino con lenticchie, Buton de Pajass e formaggio  erano stati distribuiti presso la cucina dell’oratorio. gb

L’edizione del gennaio 2021

© Riproduzione riservata
Commenti