Cronaca
Commenta

In Casa Stradivari un progetto
che Cremona aspettava da anni

Un investimento poderoso, quello che consentirà a casa Stradivari di diventare stabilmente un polo di attrazione culturale e musicale per la città. Se ne parlava da decenni, da quest’anno diventa realtà il progetto presentato questa mattina nell’ex Té per Due di corso Garibaldi, l’abitazione – bottega del maestro negli anni tra il 1667 e il 1680 a seguito del matrimonio con  Francesca Ferraboschi.

Il progetto è stato presentato alla presenza del sindaco Galimberti, degli assessori  Manfredini e Burgazzi  e in prima persona dagli ideatori: il presidente della fondazione Casa Stradivari Antonio Gambardella, il direttore artistico Fabrizio Von Arx e in rappresentanza della proprietà, Stefania Soldi.

Un atelier di liuteria, diverse sale espositive e un laboratorio musicale, queste in sintesi le direttrici del rilancio di un immobile che negli ultimi anni, anche prima del Covid, era stato utilizzato solo per sporadici eventi.

Il progetto è articolato, coinvolge i diversi piani dello stabile e include una residenza, sala studio e sala multimediale. In attesa dei dettagli, per certo si può affermare che sarà un luogo aperto al pubblico, artisti naturalmente ma anche appassionati, come ha spiegato il violinista von Arx. Ringraziando la Fondazione, gli investitori e la proprietà, il sindaco Galimberti ha sottolineato come il progetto di rilancio di Casa Stradivari sia stato condiviso con il Comune, in un sistema che punta ad offrire iniziative musicali e culturali, riportando il pubblico nel cuore del centro storico.

Il progetto prevede un riutilizzo di tutto lo stabile, mantenendo ovviamente i caratteri originari, per la creazione di spazi per eventi ed esibizioni, con una sala multimediale, uffici e, nello spazio che era occupato dal negozio al piano terra, un atelier Stradivari.

Nel pomeriggio di oggi si terranno i primi due eventi promossi della Fondazione, al Museo del Violino Auditorium “Giovanni Arvedi”: la proiezione del documentario “For the next 300 years”, alle 16:30 e, subito dopo, il concerto di Fabrizio von Arx e Kit Armstrong. g.biagi

IL SERVIZIO DI FEDERICA PRIORI

 

© Riproduzione riservata
Commenti