Politica
Commenta

Bona lascia per motivi professionali
Il Verde passa a Luca Zanacchi

E’ stato l’assessore maggiormente al centro dell’attenzione dalla scorsa estate, da quando sono scoppiate le polemiche per i tagli delle piante. Rodolfo Bona ha sempre risposto alle critiche con pacatezza, anche a quelle più feroci dell’opposizione, “mettendoci la faccia” e spiegando l’iter seguito di volta in volta nella delicata e complicata partita della gestione del verde pubblico.

Da oggi Bona, di professione critico e professore di Storia dell’Arte al liceo Manin, non è più assessore, si è dimesso per nuove opportunità professionali che gli si sono aperte e non gli lasceranno tempo per occuparsi della cosa pubblica. Le motivazioni le ha spiegate questa mattina in una conferenza stampa in Sala della Consulta: a breve aprirà a Lucca una mostra della Fondazione Banca del Monte, da lui curata, dedicata a un pittore viareggino. Da questa circostanza stanno scaturendo altri progetti in giro per l’Italia e la sovrapposizione con l’incarico di assessore, che tra l’altro già ricopriva part time, non sarà più possibile. Bona è stato tra l’altro il curatore della Mostra “Il regime dell’Arte”, in Pinacoteca, importante rassegna delle opere che avevano partecipato a Premio Cremona svoltosi nel Ventennio a Palazzo dell’Arte.

Il Pd, partito di maggioranza, perde così un pezzo importante nella giunta Galimberti. E proprio il sindaco ha illustrato questa mattina la redistribuzione delle deleghe. Quelle dell’ex assessore saranno suddivise tra Luca Burgazzi (Percorsi della Costituzione) e Luca Zanacchi (Quartieri, Verde Pubblico, Piccole Cose). Ridefinite anche altre deleghe: allo stesso Burgazzi passa la Comunicazione (prima attribuita al sindaco); al vicesindaco Andrea Virgilio viene formalmente istituita la delega ai Progetti strategici di rigenerazione urbana, settore che di fatto stava già seguendo; a Simona Pasquali sono ufficializzate le deleghe ai rapporti con Aem (quindi gestione strade e sottosuolo). Lo stesso sindaco Galimberti deterrà quelle relative alla transizione ecologica e qualità dell’aria.

 

© Riproduzione riservata
Commenti