Lettere
Commenta

Luce mancante in parco Sartori,
un anno e mezzo di solleciti. Inutili

da Matteo Tomasoni

Gentile Direttore,

spero che attraverso la pubblicazione sul suo giornale si riesca a sbloccare una situazione paradossale ma che la dice lunga sulle modalità operative del Comune di Cremona e della ditta a cui è stata appaltata la pubblica illuminazione.

Il 27 novembre 2020 (da oltre 16 mesi) segnalo all’Amministrazione comunale che da alcuni mesi, nel parco Sartori, lato scuola Martiri della Libertà, causa il crollo di un albero, il palo dell’illuminazione pubblica è mancante dell’armatura (punto luce), così come la targhetta di identificazione. In risposta: “In attesa del preventivo dei lavori”.

Sollecito il 27 gennaio, 29 marzo, 4 maggio, 11 novembre, 13 dicembre (prot 1871) 2021.  Il 20 dicembre 2021 risponde Citelum che dovrebbe curare l’illuminazione della città: “Eseguito intervento di ripristino”.

Purtroppo come si evince dall’immagine, non si è mai intervenuti.

Ad un mio sollecito del 25 gennaio (prot 156) 2022, risponde il Servizio Illuminazione del Comune: “Aem sta verificando con Citelum circa l’intervento da eseguire”.

La telenovela (su un lavoro di ordinaria manutenzione) prosegue, siamo arrivati all’11 aprile 2022. Mi pare non più rinviabile.

Caro Direttore, il suo autorevole intervento riuscirà a ridare il punto luce mancante al parco Sartori? Ci spero e la ringrazio.

© Riproduzione riservata
Commenti