Cronaca
Commenta

Degrado chiama degrado, imbrattati
i muri di via S. Croce e via Bergamo

C’è una Cremona degradata che non riesce a invertire la rotta e dove degrado chiama altro degrado. Tra via Ghinaglia e via Bergamo, continua l’annoso stato di abbandono delle case Aler di via Santa Croce, un cantiere su cui sono state fatte promesse, mai mantenute. Muri già piuttosto compromessi in questa via e, appena voltato l’angolo, in via BorgoSpera, e poi ancora lungo la scalinata che scende in via Bergamo. Ma qualcuno ieri si è divertito a imbrattarli ulteriormente con scritte a spray rosso: simboli indecifrabili, nomi di persone e lettere sparse. La segnalazione arriva da un residente che ha assistito alla scena: “Una dimostrazione – ci scrive – di cosa possa fare una persona, presumo mentalmente disturbata, in un’ora, armata di una bomboletta spray. Il tutto è avvenuto ieri sera fra le 19,00 e le 21,00. Non si riesce più a salvare nulla da questi writers da quattro soldi”.

Sono stati imbrattati anche i muri delle prime case di via Bergamo, che erano state  ridipinte di recente.  Il recupero delle case popolari di via santa Croce potrebbe contribuire a rigenerare questo angolo di città, che contrasta fortemente con le vestigia del castello di epoca sforzesca, a pochi passi di distanza: il torrione di via Ghinaglia.

© Riproduzione riservata
Commenti