Cronaca
Commenta

Brandisce coltello con lama di 30 cm
Denunciato e ricoverato in Psichiatria

foto di repertorio

Momenti di vero terrore quelli vissuti dagli abitanti di Oscasale, frazione di Cappella Cantone, nel pomeriggio di venerdì 6 maggio. Un uomo si aggirava armato di un coltello, urlando frasi senza senso, tanto che i residenti allarmati hanno pensato bene di chiamare il 112. E’ stata quindi inviata una pattuglia dei Carabinieri di Pizzighettone, che, parlando con i residenti, ha potuto rintracciare l’individuo in via Cimitero. Alla richiesta dei documenti, l’uomo, di giovane età, non ha risposto ed è rimasto immobile; alla seconda richiesta di consegnare i documenti e l’arma, è scappato, inseguito dai militari.
E’ stato raggiunto nei pressi dell’imbocco della SP 415, ma per non farsi bloccare, con un gesto repentino ha estratto dai pantaloni un coltello da cucina di oltre 30 centimetri, iniziando a brandirlo e puntandolo verso i militari che aveva di fronte.
I militari hanno provato a parlare al giovane, ma questo non ha cambiato atteggiamento, continuando a puntare il coltello verso i militari. Approfittando di un momento di distrazione, uno dei carabinieri si è lanciato sull’uomo e dopo una breve colluttazione lo ha disarmato e immobilizzato con l’aiuto dell’altro militare. Anche se bloccato e disarmato, l’uomo ha continuato a dimenarsi e scalciare finché non è stato definitivamente bloccato anche con l’ausilio di una pattuglia della Sezione Radiomobile di Cremona giunta di rinforzo.

Il coltello da cucina è stato quindi recuperato e sequestrato e l’uomo, poi identificato in un cittadino straniero di 22 anni, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di arma da taglio. Nessuno ha riportato lesioni. Il 22enne è stato poi accompagnato all’ospedale di Cremona dove è stato visitato e ricoverato in psichiatria per le conseguenti valutazioni mediche.

© Riproduzione riservata
Commenti