Eventi
Commenta

Giovedì d'estate: si parte il 30 giugno
all'insegna del volontariato

Foto di repertorio

I “Giovedì d’Estate” si aprono con una serata speciale, non solo perché precede di poche ore l’avvio dei saldi estivi, ma anche perché come tema conduttiore è stato scelto il volontariato. Un tema di straordinaria attualità, che gli organizzatori declinano in ogni aspetto. “Il dramma della pandemia ha reso ciascuno più consapevole della propria debolezza”. spiega Eugenio Marchesi, presidente delle Botteghe del Centro. “Ma ha rivelato anche la forza potenziale di una comunità – di relazione, cura, legami – da cui ripartire. Di questi valori sono stati ambasciatrici, offrendone una testimonianza tangibile, tutte le realtà del volontariato.

Dedicare a loro una serata della rassegna traduce il desiderio di rinnovare una gratitudine che non si è esaurita con lo smorzarsi dell’emergenza. E’ una occasione, anche questa, per rafforzare quei rapporti di solidarietà sul territorio che rappresentano un vero e proprio sostegno vitale e una ragione di speranza nel futuro”.

“I Giovedì sono una bella occasione di festa per la città – rilancia Andrea Badioni, presidente di Confcommercio Cremona – E’ un rito che si ripete ormai da quasi un quarto di secolo. Ogni edizione sa offrire nuovi motivi di interesse e, sono sicuro, anche quest’anno le quattro serate potranno essere un momento straordinario di promozione di Cremona, unendo – come recita il claim che abbiamo scelto – shopping e turismo”.

In piazza Stradivari ci saranno davvero tutte le più importanti realtà del terzo settore. Con i loro stand ci saranno oltre venti associazioni ed onlus. A partire da Occhi Azzurri che rinnova, anche in questa rassegna la sua collaborazione con Botteghe e Confcommercio. O, ancora, c’è “Still I Rise” con la sua mission (offrire istruzione e protezione ai minori profughi e vulnerabili) che mai come oggi appare di strettissima attualità. Presenza fissa della scorsa edizione dei “Giovedì” riornano anche i volontari della BiGenitori.

Ci saranno anche Accendi Il buio (con i temi legati all’autismo) o, solo per citarne alcuni, Croce Rossa, Avis e Aido, Clown ospedale, Siamo noi e Medea (per i temi legati alla salute). Non manca – di fonte alle vetrine di Spazio Comune, lo stand della Amministrazione a testimoniare di quanto sia forte l’impegno dell’Istituzione locale per valorizzare e promuovere il terzo settore.

Con i “giovedì” torna – ed è un bel segnale di una riconquistata normalità – l’appuntamento con “Largo Bocconcino” e lo street food più caratteristico della città, con spazio dedicato a prodotti a km0, alla nuove contaminazioni gastronomiche, alla valorizzazione delle produzioni dei territori che partecipano al progetto di East Lombardy. A garantire una proposta di qualità, in grado di soddisfare ogni palato, ci saranno Enoteca Cremona, Lacoccinella Bistrot, Fabbrica di Pedavena – Mexicali,, Trattoria El Sorbir, Pescheria Duomo, Buon palato e, a dare un tocco di esotico, Mood Asian Food Factory.

Mentre gli stand gastronomici punteranno in modo particolare sull’utilizzo dei prodotti legati alla stagionalità, uno spazio autonomo sarà destinata alla presentazione della vasta gamma delle eccellenze delle province (oltre che di Cremona) di Bergamo, Brescia, e Mantova, con degustazioni guidate a cura di CrForma, che utilizzando proprio la vetrina delle serate di shopping sotto le stelle proporrà anche iniziative sul tema della formazione professionale per gli operatori del settore.

Ritornano anche le tradizionali bancarelle dell’ambulantato di qualità e il mercatino degli hobbisti in corso Garibaldi, mentre in via Cavour approdano i negozi di quartiere, simbolo di una città che – nei giovedì, si ritrova protagonista anche al di là dei confini del centro.

Piazza Roma, invece, sarà completamente dedicata al “gioco”. Con la “Buca del Coboldo, Energia Ludica (con una proposta davvero curiosa legato ai divertimenti di una volta) e con gli scacchi.

Anche per quanto riguarda la cultura il programma è ricchissimo. Con la apertura straordinaria del Museo Diocesano, recentemente inaugurato, e con il Crart che propone la visita guidata al Torrazzo. Allo stesso monumento è dedicato il progetto messo a punto da Target Turismo e rivolto ai più piccoli, rendendo quasi un gioco il piacere della scoperta e della conoscenza.

Nel corso delle quattro serate dei Giovedì illustreranno i quattro monumenti della piazza, partendo proprio dalla torre che è il simbolo della città. Infine la musica, con venti locali che propongono un intrattenimento con i dj e gruppi impegnati a creare la colonna sonora della serata.

© Riproduzione riservata
Commenti