Cronaca
Commenta

In giro con coltelli, forbici
e bastoni: quattro denunce

I carabinieri di Cremona hanno denunciato per porto abusivo di arma e possesso di chiavi alterate e grimaldelli quattro stranieri, tutti con precedenti e senza fissa dimora, uno dei quali denunciato due volte in tre giorni. Gli interventi e i sequestri sono stati molteplici.

La notte del 4 luglio i militari hanno notato un 23enne straniero pluripregiudicato in bici in viale Po. Quando si sono avvicinati per effettuare un controllo, il giovane ha estratto dalle tasche una pinza tronchese e l’ha gettata in un cortile condominiale, tentando di scappare. Ma è stato bloccato e denunciato per possesso di chiavi alterate o grimaldelli.

Tre giorni dopo, verso le 6 del mattino, i militari sono intervenuti nelle vicinanze della biglietteria della stazione in quanto era stato segnalato un uomo armato di un grosso bastone che infastidiva i viaggiatori e che aveva svuotato un estintore presente nei locali della stazione. Una volta intercettato, l’uomo, uno straniero di 32 anni, alla vista dei militari ha deciso di gettare l’arma. Oltre ad essere entrato in stazione con il bastone, aveva preso un estintore e lo aveva svuotato per poi allontanarsi. Nei suoi confronti è scattata la denuncia.

Il giorno dopo, verso le 22, altro intervento, questa volta in piazza Roma, a seguito della segnalazione di alcuni cittadini allarmati dalla presenza di due stranieri che avevano tra le mani dei grossi coltelli da cucina e spaventavano le persone sedute fuori dai locali pubblici. I due sono stati bloccati ai giardini: si tratta di un 32enne e un 35enne, entrambi stranieri, senza fissa dimora e con precedenti di polizia a carico. Il 32enne era lo stesso fermato in stazione il giorno prima con il bastone. Entrambi sono stati perquisiti: al 32enne sono stati trovati due coltelli da cucina di oltre 30 centimetri e due paia di forbici che aveva nascosto sotto la maglia e nelle tasche, mentre al 35enne è stato trovato un coltello da cucina di 30 centimetri che aveva nascosto dentro una borsa. Gli strumenti da taglio sono stati sequestrati e i due uomini denunciati per porto abusivo di armi.

L’ultimo intervento è del 10 luglio, quando una pattuglia è intervenuta verso le 21.30 in una via del centro perché in un cortile condominiale era stato segnalato un cittadino straniero che urlava frasi incomprensibili e aveva tra le mani un grosso coltello. Alcuni residenti hanno riferito le loro preoccupazioni circa il fatto che quella sera un uomo, poi identificato in un 37enne, era andato nel cortile ubriaco e armato di coltello e lo aveva mostrato anche ai condomini incrociati lungo le scale. I militari lo hanno trovato all’interno di una abitazione con un coltello a forma di katana della lunghezza di 40 centimetri, posto sotto sequestro.

© Riproduzione riservata
Commenti