Cronaca
Commenta

Il Po sta tornando: e gli indicatori
biologici dicono che è più pulito

Ora che il Po sta piano piano risalendo la china, c’è chi fa notare come notevoli passi avanti siano stati fatti anche sul fronte dell’inquinamento: lo testimoniano i cosiddetti “indicatori biologici”, ossia esemplari di pesci che in genere trovano il loro habitat sopravvivendo soltanto con l’acqua particolarmente pulite. Pesci che in passato erano spariti dal Grande Fiume e negli ultimi anni sono invece tornati. Insomma, dopo la secca e la moria di pesci in alcuni canali e lanche a causa dell’acqua troppo bassa, ecco anche un dato positivo.

A sottolinearlo Giuliano Landini, capitano della Motonave Stradivari. “Vedere un’acqua così limpida nel fiume Po (che non si vedeva da molto tempo) dove questi pesci, tanti, tantissimi sguazzano e fungono da indicatore biologico, è la conferma che il fiume sta tornando in salute. Io credo ancora in questa risorsa, che è il nostro primo fiume nazionale. Cosa aspettano i nostri politici, le nostre istituzioni a valorizzarlo, divulgarlo, promuoverlo, sistemarlo, renderlo fruibile a un turismo lento, verde e sostenibile? Un soggetto ecologico, un’infrastruttura verde tra le più importanti d’Italia. Nelle foto i pesci argentati non sono morti ma si stanno girando per poter meglio accedere alle alghe che si formano sotto il sasso che fa parte della difesa spondale del fiume”.

© Riproduzione riservata
Commenti