Cronaca
Commenta

Full immersion nell'arte di strada:
Street Project al Cambonino

Fotoservizio Sessa

Un pomeriggio full immersion nell’arte di strada, con musica, danze e graffiti, per animare un quartiere che viene considerato tra i più problematici della città. Ma come ogni periferia che si rispetti, anche il Cambonino ha il suo fascino, che questo evento, Street Project, ha voluto sottolineare. Uno spazio in cui un centinaio di giovani provenienti da tutta la Lombardia hanno potuto raccontare e raccontarsi, esprimendo idee, identità, coesione intergenerazionale ed interculturale. Una giornata speciale al Campetto Rosso, così come viene familiarmente chiamata dagli abitanti del quartiere Piazza Francesco Riccardo Monti, che ha portato una ventata di allegria e divertimento ai giovani e ai meno giovani del quartiere.

Il pomeriggio si è aperto con un contest di hip hop, rap e graffiti, a cui hanno partecipato molti curiosi. I partecipanti hanno potuto provare sport come parkour e Skateboarding. Tra gli ospiti della giornata, Samoo Fonzarelli ballerino ex vincitore di un’edizione passata dell’evento, Mattia Quintavalle, coreografo, ballerino ed insegnante, freestyler affermato e riconosciuto nella scena nazionale ed europea e Bboy Ibra danzatore e insegnante di hip hop e breakdance di fama internazionale.

In serata il live show dell’artista rap Leslie, una delle promesse più interessanti nel nuovo panorama hip hop italiano, a chiudere una giornata densa di emozioni e di divertimento. Con la promessa di rivedersi l’anno prossimo.

© Riproduzione riservata
Commenti