Cronaca
Commenta

Ai domiciliari per concussione
l'ex provveditore Molinari

Ai domiciliari per concussione l’ex provveditore agli studi di Cremona Fabio Molinari, titolare dello stesso ufficio a Sondrio, raggiunto questa dai militari della guardia di finanza che lo hanno arrestato su ordine di esecuzione della misura cautelare emessa dal gip per una serie di ipotesi di reato quali concussione, induzione indebita, peculato e turbata libertà degli incanti.

Al centro dell’inchiesta ci sarebbero reiterate ingerenze del dirigente nelle assunzioni del personale docente da parte dei presidi attraverso la cosiddetta “messa a disposizione”, e l’utilizzo di fondi pubblici per l’acquisto di beni per fini estranei a quelli istituzionali, o addirittura per saldare debiti per spese personali. Inoltre, gli sono contestati rapporti con diversi giovani a cui avrebbe promesso e fatto attribuire in maniera illecita incarichi di docenza, borse di studio, stage e tirocini nelle scuole della provincia. Secondo le accuse, Molinari avrebbe fatto ottenere loro gli incarichi attraverso bandi predisposti ad hoc, per poi chiedere di versare parte di quanto guadagnato ad una associazione culturale a lui riferibile.

Il dirigente avrebbe commesso i fatti contestati proprio negli anni in cui ha avuto la reggenza di Cremona, tra il 2019 e il 2021 e non sarebbe l’unico indagato, ma l’unico che al momento è stato sottoposto a misura cautelare. A giugno di quest’anno, gli uffici di Sondrio dell’Ust erano statti perquisiti dalla finanza.

L’attività di indagine aveva preso il via in seguito a due esposti presentati alle procure di Sondrio e Cremona nei primi mesi di quest’anno su un presunto utilizzo illecito di fondi pubblici da parte di Molinari. Nella città del Torrazzo, il dirigente, dopo due anni di incarico, aveva lasciato il Provveditorato nel luglio del 2021.

Le indagini della procura di Sondrio proseguono. Nei prossimi giorni saranno sentite persone informate sui fatti e sarà acquisita ulteriore documentazione.

© Riproduzione riservata
Commenti