Cultura
Commenta

Al via la Fiera del
Libro di Cremona

Si è aperta ufficialmente la Fiera del Libro di Cremona edizione autunnale. La Fiera del Libro, manifestazione sorta per iniziativa di un gruppo di librerie cremonesi allo scopo di promuovere la vendita di libri in ambito locale, al di fuori delle sedi commerciali tradizionali è promossa dal Comune di Cremona ed organizzata da Claudio Ardigò. Come ormai consolidato, oltre alle storiche bancarelle in galleria 25 aprile dove le librerie indipendenti e gli ambulanti esporranno per l’acquisto libri con una scelta che spazia dal nuovo all’usato si affiancano gli incontri con gli autori che si protrarranno sino all’11 dicembre. Il calendario della Fiera del Libro è molto fitto e propone appuntamenti nei weekend dei prossimi mesi, che si svolgeranno nella Sala Eventi di SpazioComune (ingresso da piazza Stradivari, 7) e in Sala dei Quadri di Palazzo Comunale. Gli autori durante gli incontri dialogheranno con il critico letterario Claudio Ardigò alternato con la giornalista Beatrice Ponzoni, la scrittrice Monica Moka Zanon e Max Bozzoni. Le letture saranno a cura dell’attrice Maria Emilia Mori.

I prossimi appuntamenti con la Fiera del Libro sono oggi, sabato 15 ottobre alle 17.30, a Spazio Comune con di due autori noir. Mattia Cuelli propone «Gallo» (Alcheringa Edizioni), mentre il cremonese Fabrizio Arrigoni «Il caso delle probabilità» (Edizioni Terramarique). Cuelli e Arrigoni dialogheranno con Claudio Ardigò , mentre le letture avranno la voce di Emi Mori e Max Bozzoni. Domenica 16 ottobre alle 17,30, sempre a SpazioComune, presentazione de “I Draghi di oltrenuvola” (Book spint) di Nicolò e Luca Gabbioneta e “Morte di un liutaio” (Bookabook) di Flavia Vighini.  “Sono veramente felice che la Fiera del libro, con numerosi appuntamenti ed importanti autori – dichiara al riguardo l’assessore Barbara Manfredini – ritorni ad animare il centro della città. Ritengo importante dare un segnale di continuità a questa manifestazione che, nel tempo, è riuscita a rinnovarsi suscitando l’interesse di un pubblico sempre più vasto grazie all’impegno degli organizzatori con i quali vi è sempre stato un confronto proficuo, oltre che a dare visibilità a numerosi autori cremonesi”.

© Riproduzione riservata
Commenti