Sport
Commenta

Dario Dester ai ragazzi del Torriani:
determinazione alla base dei risultati

La 1A chimica dell’Itis Torriani ha incontrato e conosciuto Dario Dester, un’occasione creata alla fine delle settimane di accoglienza con lo scopo di portare ai nuovi studenti dell’Istituto la testimonianza di una persona che può essere un punto di riferimento per i ragazzi.

Dario Dester è un giovane atleta di 22 anni, che pratica il decathlon: una disciplina dell’atletica leggera che comporta 10 specialità le cui gare durano due giorni e che richiedono grandi sforzi fisici e mentali. Già da piccolo è stato avvicinato allo sport dai genitori per via della sua iperattività e vivacità, dimostrando di essere particolarmente portato per l’attività sportiva, in particolare per l’atletica leggera.

Uno dei primi ostacoli (non nella corsa, ma nella vita) è quello di non essere stato selezionato nell’Areonautica militare; nonostante ciò non si è scoraggiato e anzi ha spiegato agli studenti  che “nella vita non si vince sempre, che non è tutto rose e fiori”. Per ottenere buoni risultati ha dovuto impegnarsi molto e fare tanti sacrifici, ma grazie alla passione ha saputo conciliare tutto anche con gli affetti familiari. Il suo successo è dovuto anche all’amore e al sostegno di chi gli sta intorno (genitori, amici, allenatore, fidanzata).

Dalla sua testimonianza sono emerse l’importanza della determinazione, dell’organizzazione, della positività, di una vita sana, della salute mentale e del valore del tempo. I brillanti risultati gli permettono di accedere nella nazionale di atletica e di trasformare la sua passione in una professione.

Oggi Dester è primatista nazionale del decathlon e dell’eptathlon e recentemente ha stabilito il record ai Campionati Europei di Monaco e gareggia per l’Arma dei Carabinieri. Nonostante i suoi successi nello sport ha investito anche nella sua formazione culturale iscrivendosi alla Facoltà di Giurisprudenza a Brescia. 

© Riproduzione riservata
Commenti