Cronaca
Commenta

Duecento cremonesi a Roma
per la manifestazione pacifista

Più di duecento persone sono partite stamattina all’alba dalla nostra provincia per partecipare alla grande manifestazione nazionale per la Pace che si tiene oggi a Roma. Molti hanno scelto di arrivare in treno nella capitale; inoltre da Crema, Cremona e Casalmaggiore sono partiti oggi i pullman organizzati dalle associazioni aderenti alla Tavola della Pace di Cremona. Una significativa partecipazione, che raccoglie il testimone delle tante iniziative realizzate in moltissime città del nostro paese dall’inizio della guerra.

Molti cremonesi inoltre hanno potuto vedere i simboli della Pace svettare sul torrazzo di Cremona, grazie alle installazioni luminose effettuate durante la mobilitazione del 22 ottobre. Fin dall’inizio della guerra le bandiere della pace hanno colorato le piazze delle città e di molti paesi della nostra provincia, per congiungersi simbolicamente nella fiaccolata che sabato scorso ha attraversato le vie della città di Cremona.

L’iniziativa, promossa dalla Tavola della Pace di Cremona e dalle associazioni aderenti (ACLI Provinciali, Amici di Emmaus, Amnesty International gruppo 288, ANPI provinciale, ARCI Cremona, ARCI Bassa, ARCYGAY “La Rocca” Cremona, Associazione Latinoamericana, Associazione 25 Aprile, Auser Provinciale, Banca del Tempo, Caritas Diocesana, CGIL, CISL, Comitato Casalasco per la Pace, Donne senza Frontiere, Forum per la pace e il diritto dei popoli “Don Primo Mazzolari”, Forum Provinciale del Terzo Settore, Gruppo Articolo 32, Immigrati Cittadini, Lega di Cultura di Piadena, Legambiente Circolo “Vedo Verde” Cremona, Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie – coordinamento provinciale, Movimento Federalista Europeo, Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani, Non Solo Noi Coop. Soc., Pax Christi, Rete Donne LAB Odv, UISP Cremona), è sostenuta anche dall’Ufficio Diocesano di Pastorale Sociale.

© Riproduzione riservata
Commenti