Cronaca
Commenta

A Milano Autoclassica il
Cavec presenta il suo 2023

A Milano Autoclassica, una delle più importanti rassegne nazionali dedicate ai veicoli d’epoca, il Cavec ha presentato, in anteprima, i prossimi eventi e gli appuntamenti del 2023. E lo hanno fatto davanti a un pubblico internazionale, arrivato ai padiglioni di Rho Pero da ogni parte d’Europa. Cavec era presente – all’interno di Asi village – con un proprio stand. Uno dei più originali per la presenza, accanto ad una rarissima Lancia Flamina Zagato del 1959 e a due affascinanti Guzzi Sport 14 e 15, una selezione di biciclette di fine Ottocento. Mezzi chiamati a rappresentare e richiamare l’attenzione sui prossimi eventi.

“Proporremo un calendario ricco di appuntamenti internazionali. – afferma il presidente Pugnoli – Una scelta che vuole tradurre il nostro impegno per fare della passione per i veicoli storici un vettore di promozione turistica della città e del territorio. Proprio per questo obiettivo e per raggiungere un pubblico vastissimo è stata importante la presenza a Milano Autoclassica. Ritengo che questa tre giorni sia una straordinaria cassa di risonanza per i nostri raduni. Ringrazio i collezionisti che hanno messo a disposizione i loro mezzi, così come tutti i soci che si sono mobilitati e impegnanti per rendere possibile questa partecipazione”.

Si inizia a maggio (dal 17 al 21) con il “41mo IVCA World Rally”: il meeting mondiale dei velocipedi antichi. Sono attesi oltre quattrocento partecipanti provenienti da trenta nazioni. Quella a Cremona sarà la prima edizione di questo incontro a svolgersi in Italia. “Coinvolgeremo tutta la città – conferma Pugnoli – In particolare, sabato 20 maggio (sul finire del pomeriggio), è in programma una parata per le vie del centro”.

Non meno importante il “6° Raduno Mondiale” dedicato alle “Guzzi Sport 15”. “E’ un modello iconico per il marchio italiano, il primo ad adottare la soluzione estetica del serbatoio a sella del telaio e non più sottocanna. Proprio per questo ha, ancora oggi, moltissimi estimatori. E il raduno mondiale ne offrirà una testimonianza tangibile. Ai partecipanti, che arriveranno in città a metà settembre, proporremo un programma che unisce, al piacere della guida, la scoperta di Cremona e del territorio”. Sono confermati anche tutti gli altri appuntamenti, diventati ormai tradizionali. A partire dalle “Sottocanna in Circuito”, nel mese di giugno, sempre nella bella cornice del Parco al Po. “Tornerà anche la 200 Miglia – spiega il presidente del Cavec – che cercheremo di rilanciare proponendo una formula rivista e ulteriormente arricchita di motivi di interesse”.

“Abbiamo presentato il nostro programma anche ai vertici dell’Asi e, in particolare, al presidente Scuro che ha elogiato il dinamismo e la capacità del nostro club di offrire eventi importanti in settori così diversi, spaziando dalle auto alle moto, senza dimenticare le biciclette e i mezzi da lavoro”.

Ma, nell’immediato, prima di pensare al prossimo anno, ci sono ancora quattro appuntamenti promossi dal Club. Nel primo fine settimana di dicembre, infatti, i trattori d’epoca saranno protagonisti della Fiera Internazionale del bovino da latte. Nello stesso week end ci sarà la seduta di omologazione con i super esperti della commissione tecnica dell’Asi. “Una cinquantina di mezzi cercheranno di ottenere la Targo Oro Asi – conclude Pugnoli – Un numero davvero straordinario che testimonia la vitalità e la passione dei nostri soci”. Infine il pranzo degli auguri. Nella stessa occasione saranno rinnovati anche gli organi direttivi.

© Riproduzione riservata
Commenti