Cronaca
Commenta

Hashish e cocaina nascosti
nel bagno di un bar in città

Mentre la città di Cremona celebrava la festa del Torrone in un’edizione da record con migliaia di visitatori, lui aveva deciso di portare avanti i suoi affari in un luogo meno affollato. Detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti è il reato che ha portato all’arresto di un cittadino italiano di 35 anni, pregiudicato, in seguito a un intervento dei Carabinieri della Sezione Radiomobile nel pomeriggio di sabato. L’operazione ha consentito di scoprire una vera e propria base dello spaccio nel capoluogo.

Ai militari era stata segnalata la presenza di uno spacciatore in un bar a sud della città ed è lì che è scattato l’intervento attorno alle 17.

Uno dei militari è entrato nel bar in abiti civili e ha notato l’uomo andare al bagno. Il carabiniere ha finto di aspettare per entrare in bagno e, sentendo rumori provenire dall’interno, ha deciso di intervenire, bloccando il 35enne e chiedendogli le generalità. I militari hanno perquisito l’uomo e il bagno e proprio qui, all’interno di un condotto dei fumi ormai dismesso, hanno trovato un involucro di cellophane con sei involucri di cellophane contenenti hashish e altri nove di cocaina. Sulla sua persona non è stato trovato nulla e nemmeno nella sua abitazione, una volta perquisita.

Accompagnato nella caserma Santa Lucia, il 35enne è stato dichiarato in arresto e posto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si è tenuta nel pomeriggio di ieri 21 novembre, con l’applicazione della misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e il rinvio dell’udienza al 9 gennaio prossimo. Quindi è stato scarcerato.

© Riproduzione riservata
Commenti