Cronaca
Commenta

Aziende biologiche, a Cremona
contributi per 983.000 euro

Regione Lombardia ha stanziato 7 milioni di euro per l’adozione del metodo biologico di 532 aziende agricole lombarde. Un contributo iniziale, erogato in base alla superficie, che compensa i maggiori costi e i minori ricavi che comporta questo tipo di cambiamento.

Lo ha annunciato l’assessore lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, in merito alla graduatoria relativa al bando della misura 11 del Programma di sviluppo rurale (Psr).

“La Regione – ha spiegato Rolfi – vuole aiutare concretamente gli agricoltori nell’ambito delle produzioni innovative in materia di sostenibilità ambientale. C’è molta sensibilità, sui mercati esteri e interno, sui prodotti biologici e anche la strategia europea chiede una superficie crescente di biologico. Per questo la Regione vuole investire ulteriormente in questo ambito”.

Secondo i dati Ismea, la Lombardia conta (al 31/12/21) 3.078 operatori bio per una superficie totale di 50.000 ettari. Tra le principali produzioni biologiche in Lombardia ci sono i cereali (25.077 ettari), le colture foraggere (12.623 ettari) e la vite (4.055 ettari).

“Prosegue la spinta verso un’agricoltura più sostenibile, sempre più attenta al basso impatto ambientale dei processi produttivi, al benessere animale e alla sicurezza alimentare. L’agricoltura lombarda – ha concluso l’assessore – lombarda è sempre più green”.

I CONTRIBUTI SUDDIVISI PER PROVINCIA –

– Bergamo, 49 aziende e 275.000 mila euro;

– Brescia 161 aziende, 1 milione 580.000 euro;

– Como 4 aziende, 10.000 euro;

Cremona 74 aziende, 983.000 euro;

– Lecco 2 aziende, 3.000 euro;

– Lodi 10 aziende, 642.000 euro;

– Mantova 64 aziende, 605.000 euro;

– Milano 27 aziende, 240.000 euro;

– Monza Brianza 5 aziende, 88.000 euro;

– Pavia 120 aziende, 2,6 milioni di euro;

– Sondrio 15 aziende, 61.000 euro;

– Varese 1 azienda, 6.000 euro.

© Riproduzione riservata
Commenti