Economia
Commenta

Attività storiche, premiate 26 nuove
imprese in provincia di Cremona

Sono 26, tra negozi, locali e botteghe artigiane, le imprese della provincia di Cremona che questa mattina hanno ricevuto il marchio identificativo di attività storica. Realtà del tessuto produttivo lombardo con alle spalle un trascorso non inferiore a 40 anni. Questa mattina la consegna a Cremona. Presenti alla cerimonia l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Guido Guidesi e il Commissario Straordinario della Camera di commercio di Cremona Gian Domenico Auricchio. Da quest’anno, grazie alla collaborazione con gli enti camerali, su volontà dell’assessore Guidesi, le cerimonie di consegna stanno avendo luogo in tutti i territori provinciali. Oggi, in particolare, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

“Questa per noi- ha detto Guidesi – è un’occasione per ringraziare queste imprese. Sono state capaci di resistere e rinnovarsi. Svolgono inoltre un ruolo di presidio sociale molto importante. Tutte queste imprese hanno ora un’opportunità: dal prossimo anno potranno partecipare al bando di Regione Lombardia dedicato alle imprese storiche’.

“Oggi – ha detto Auricchio – è un giorno di festa. Inoltre, credo che la presenza dell’assessore Guidesi a Cremona, nuovamente per premiare insieme alla Camera di Commercio queste 26 attività, sottolinei due cose. La prima: queste attività hanno fatto bene il loro mestiere, hanno resistito a tante crisi (2009, Covid e ora caro energia) e hanno continuato a crescere. La seconda: Regione dimostra con la presenza fisica un’attenzione nei confronti di queste imprese capaci di fare bene il loro mestiere. Inoltre, aggiungo che un’impresa storica testimonia la capacità di conservare tradizioni, mestieri e valori. Un plauso quindi a Regione che è venuta nuovamente nella nostra città per una cosa così importante anche dal punto di vista simbolico”.

LE 26 IMPRESE PREMIATE NELLA PROVINCIA DI CREMONA
Corte De’ Cortesi Con Cignone: Arredamenti Maiandi (1961), Negozio Storico, Storica Attività.

Crema: Acconciature Agostino (1977), Bottega Artigiana Storica, Storica Attività Artigiana;
Gian Alberto Acconciature Uomo (1934), Bottega Artigiana Storica, Storica Attività Artigiana;
Liuteria Artistica Formaggia Vittorio (1981), Bottega Artigiana Storica, Storica Attività Artigiana;
Macelleria De Lorenzi (1976), Negozio Storico, Storica Attività;
Fiorista Barsi (1970), Negozio Storico, Storica Attività.

Cremona: Argentina (1979), Bottega Artigiana Storica, Storica Attività Artigiana;
Arte Sacra (1974), Negozio Storico, Storica Attività;
Autotecnica (1945), Negozio Storico, Storica Attività;
Bar Stradivari (1965), Locale Storico, Storica Attività;
Camorali (1938), Bottega Artigiana Storica, Storica Attività Artigiana;
Il Punto Verde (1978), Negozio Storico, Storica Attività;
Mauri Arte Grafica (1969), Bottega Artigiana Storica, Storica Attività Artigiana;
Piccolo Caffe’ (1971), Locale Storico, Storica Attività;
Ghidetti Marmi e Graniti (1967), Bottega artigiana storica, Storica attività artigiana.

Malagnino: Panetteria Luzzara (1962), Bottega Artigiana Storica, Storica Attività Artigiana.

Montodine: Lotto & Tabacchi (1956), Negozio Storico, Storica Attività.

Persico Dosimo: Osteria Del Naviglio (1960), Locale Storico, Storica Attività.

Pizzighettone: Pasticceria Santi (1970), Locale Storico, Storica Attività.

Rivolta d’Adda: Cantarini Marco Mario (1979), Negozio Storico, Storica Attività.

Sergnano: Ristorante Dell’albero (1964), Locale Storico, Storica Attività.

Spino d’Adda: Polenghi Abele & C. (1962), Negozio Storico, Storica Attività.

Torre De’ Picenardi: Frutta E Verdura (1954), Negozio Storico, Storica Attività;
Hair Studio (1981), Bottega Artigiana Storica, Storica Attività Artigiana.

Trigolo: Grossi (1927), Negozio Storico, Storica Attività.

Vaiano Cremasco: Sorgente Del Mobile (1965), Negozio Storico, Storica Attività.

 

I RICONOSCIMENTI DAL 2004 – Sale così a 271 il numero delle piccole imprese della provincia di Cremona che possono fregiarsi del marchio di ‘Attività storica’ rilasciato da Regione Lombardia. Nello specifico per questo territorio, si contano 16 botteghe artigiane, 82 locali e 173 negozi. In Lombardia dal 2004 sono state riconosciute in totale 2848 attività storiche. Le attività storiche riconosciute nel 2022 in Lombardia sono 456. In totale sono già state consegnate 354 targhe; nel dettaglio Sondrio (31), Lodi (11), Milano (41), Monza e Brianza (26), Varese (76), Como (41) e Lecco (25), Brescia (68), Pavia (9), Cremona (26).

SOSTEGNO CONCRETO ALLE IMPRESE STORICHE – Regione Lombardia ha inoltre messo in campo un sostegno concreto per micro, piccole e medie Imprese iscritte nell’elenco regionale delle attività storiche attraverso il bando ‘Imprese storiche verso il futuro 2022’. Risorse da investire quindi per l’innovazione, per favorire il ricambio generazionale e la riqualificazione dei locali. Nel dettaglio per la provincia di Cremona sono stati concessi contributi pari a 514.610 euro di cui 469.275 euro per il settore del commercio e 45.335 euro per il settore dell’artigianato. Infine, la ripartizione dei 37 beneficiari: 32 imprese appartengono al settore del commercio, 5 all’artigianato.

© Riproduzione riservata
Commenti