Cronaca
Commenta

Covid: decessi in calo, 199
morti in 7 giorni in Lombardia

Sono 35 i ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Lombardia alla data di ieri, 29 dicembre, lo stesso numero di pazienti di una settimana fa, il 22 dicembre.

I ricoverati negli altri reparti per la cura del Coronavirus sono in calo a 1.165 (-109) a fronte dei 1.274 di sette giorni prima.

In calo anche i decessi: i morti in una settimana sono 199 (la scorsa settimana erano stati 246) per un totale dall’inizio della pandemia di 44.688. Lo rende noto la Regione.
L’incremento dei positivi per provincia tra la giornata di ieri, giovedì 29 dicembre, rispetto a quella precedente, mercoledì 28 dicembre, sono a Milano 892 (di cui 329 in città); a Bergamo 199; a Brescia 381; a Como 171; a Cremona 147; a Lecco 80; a Lodi 85; a Mantova 193; a Monza e Brianza 272; a Pavia 165; a Sondrio 28 e a Varese 250.

Intanto prosegue il monitoraggio dei voli dalla Cina: “Sono 26 i tamponi risultati positivi allo screening effettuato, ieri pomeriggio, a Malpensa, a 56 passeggeri del volo proveniente da Tianjin (Cina). Continuiamo quindi a registrare un tasso di positività vicino al 50 per cento. Ora, come per i restanti campioni del 26 dicembre, proseguiremo le analisi per il sequenziamento, augurandoci di trovare ancora varianti già presenti in Italia”. Lo comunica l’assessore al Welfare di Regione Lombardia in relazione allo screening effettuato ieri a Malpensa sul volo arrivato dalla Cina.

“Lunedì 2 gennaio – continua il titolare regionale al Welfare – avremo i risultati del sequenziamento e potremo saperne di più. L’azione proseguirà fino alla fine di gennaio quando il campione raccolto sarà sicuramente più significativo”.

“Ricordo infatti – aggiunge – che questa è un’operazione di sanità pubblica per cercare di comprendere cosa arriva dal Paese asiatico, perché come l’esperienza ci ha insegnato anche in un campione modesto se è presente una variante aggressiva e più contagiosa prevale su tutte le altre”.

Per quanto riguarda i Covid hotel, l’assessore al Welfare precisa che “al momento nessuno dei passeggeri riscontrati positivi ha avuto l’esigenza di usufruirne: tutti avevano a disposizione un alloggio dove poter osservare l’isolamento”.

Intanto la Dg Welfare ha individuato due strutture da mettere a disposizione qualora ce ne fosse bisogno.

Una, già attiva, si trova a Monza, il B&B Hotel Milano-Monza, l’altra a Milano, Residenza di Pogliano Milanese (Mi), in fase di contrattualizzazione.

© Riproduzione riservata
Commenti