Cronaca
Commenta

Mons.Napolioni: "Benedetto uomo
di cultura ma soprattutto uomo di Dio"

“Guai a noi se siamo tifosi di un papa o di un altro. La Chiesa non è un campionato di calcio, ma un cammino nel tempo a cui il Signore non fa mai mancare la parola”. Questo uno dei passaggi dell’omelia del Vescovo Napolioni nel corso della messa in suffragio di papa Benedetto XVI, celebrata nel pomeriggio di oggi.  “Papa Ratzinger ha preparato la strada a Francesco come Francesco la preparerà a qualcun altro”, ha detto ancora, “nessuna generazione deve assolutizzare se stessa. Non abbiamo bisogno di un Santo padre più grande degli altri, quando abbiamo il Santo dei Santi …”. Benedetto XVII è stato ricordato come “grande teologo uomo di cultura, di Chiesa, ma innanzitutto uomo di Dio a cui tante anime sono e saranno grate”.

Mons. Napolioni ha poi commentato la “delicatezza” con cui Benedetto soleva spesso rivolgersi a Gesù chiamandolo “amico”: “Tante volte nei discorsi e nelle omelie diceva amici, non fratelli o sorelle, a declinare una gamma di attenzioni”.

© Riproduzione riservata
Commenti