Cronaca
Commenta

Dal 10 gennaio a Cremona
reliquia di padre Luigi Tezza

Arriverà martedì 10 gennaio a Cremona la reliquia di beato Luigi Tezza, padre camilliano, fondatore, insieme a Giuseppina Vannini, dell’Istituto delle Figlie di San Camillo, che a Cremona da decenni operano nel campo della sanità presso l’omonima casa di cura di via Fabio Filzi (la seconda più antica della congregazione). Ad annunciarlo è il sito della Diocesi, che chiarisce come proprio nella casa di cura, nel pomeriggio del 10 gennaio, alle 15, saranno accolte le reliquie del padre fondatore, alla presenza del vescovo Antonio Napolioni che presiederà l’Eucaristia.

Quella cremonese è solo una delle tappe del pellegrinaggio che la reliquia del beato Tezza sta compiendo nelle strutture delle religiose camilliane in occasione del centenario della morte del padre fondatore.

La reliquia, che sarà esposta per la venerazione pubblica presso la cappella della casa di cura Figlie di San Camillo, durante i giorni cremonesi sarà presente in altri due luoghi della città. Il 14 gennaio sarà accolta nella vicina chiesa di S. Ambrogio, dove resterà fino al giorno successivo. Il 21 gennaio, invece, il reliquiario sarà trasferito presso la casa di cura San Camillo, in via Mantova, dove resterà sino al 22 gennaio, per poi far ancora ritorno alle Figlie di san Camillo.

La permanenza a Cremona della reliquia durerà sino a mercoledì 25 gennaio. In programma, per quella data, alle 15, la Messa presso la cappella della casa di cura, presieduta dal vescovo emerito Dante Lafranconi. Dopo la celebrazione le reliquie lasceranno la città alla volta di Brescia.

© Riproduzione riservata
Commenti