Nazionali
I commenti sono chiusiCommenta

NextChem acquista 83,5% di Conser

(Adnkronos) – Maire Tecnimont annuncia l’espansione, attraverso la propria controllata NextChem Holding, nei mercati delle tecnologie per derivati ad alto valore aggiunto e per intermedi di plastiche biodegradabili con l’acquisizione di una quota dell’83,5% di Conser, società di tecnologie proprietarie e di ingegneria di processo con sede a Roma. Fondata più di 50 anni fa, Conser è stata sviluppata dall’ing. Flavio Simola, che ha guidato la società all’eccellenza tecnologica che rappresenta oggi. Il closing, soggetto alle condizioni tipiche per questo tipo di operazioni, è previsto entro il 15 aprile 2023. NextChem Holding detiene inoltre l’opzione di acquisire la restante quota del 16,5% entro i prossimi tre anni. L’acquisizione di Conser, che nel 2022 ha sviluppato ricavi totali attesi per circa 25 milioni di euro, ha una valenza strategica in quanto permette al Gruppo di entrare in nuovi mercati. 

Conser può contare su un portafoglio di brevetti tecnologici estremamente diversificati dedicati alla transizione energetica e ai processi per prodotti di chimica fine ad alto valore aggiunto. Il portafoglio comprende tecnologie flessibili ed economicamente vantaggiose per l’anidride maleica, il butandiolo e il dimetil succinato, che sono elementi fondamentali per la produzione di plastiche biodegradabili, in particolare il polibutilene succinato (Pbs) e il polibutilene adipato co-tereftalato (Pbat). Il portafoglio di Conser comprende anche tecnologie per vettori di idrogeno organico liquido, chimica fine per la produzione di batterie al litio e derivati a base biologica (glicerina vegetale). 

Il Pbs e il Pbat hanno eccellenti proprietà di biodegradazione e i loro mercati consolidati mostrano prospettive molto promettenti, grazie a una domanda crescente soprattutto in Asia, dove Conser ha licenziato nell‘ultimo anno più della metà degli impianti per vari clienti di livello mondiale. Conser beneficerà del know-how tecnologico e dell’esperienza del Gruppo Maire Tecnimont per ottimizzare ulteriormente le proprie tecnologie attuali e future, al fine di sviluppare tra l’altro un polimero completamente biodegradabile o a base biologica. 

Con questa acquisizione strategica, Maire Tecnimont rafforza ulteriormente la propria leadership nel settore dei polimeri aggiungendo al proprio portafoglio tecnologico le tecnologie per gli intermedi delle plastiche biodegradabili e per le specialità chimiche a valore aggiunto, con l’obiettivo di combinarle con la propria capacità integrata di esecuzione di progetti, facendo leva al contempo sulla propria rete commerciale internazionale.  

Questo importante passo, sottolinea Alessandro Bernini, Amministratore Delegato del Gruppo Maire Tecnimont, “consente al Gruppo Maire Tecnimont di ampliare il proprio portafoglio tecnologico nell’area dei prodotti chimici sostenibili. Integreremo la nostra value proposition come licensor di tecnologie e fornitore di servizi ad alto contenuto tecnologico a supporto della transizione energetica con nuove soluzioni innovative per supportare i mercati globali nel percorso verso un’economia più sostenibile. Apprezziamo il valore aggiunto che Flavio Simola ha portato alla società, e siamo entusiasti di continuare a lavorare con lui ed il suo team”. 

“Ritengo questa operazione estremamente interessante in quanto potrà consentire l’espansione sia delle attività di sviluppo tecnologico, che di quelle commerciali internazionali”, sottolinea Flavio Simola, Amministratore Unico e maggiore azionista di Conser. Nell’operazione Conser è stata assistita da Fai Advisory e dallo studio legale Foschiani di Roma, mentre per Maire Tecnimont l’operazione è stata gestita dal team legale ed M&A del Gruppo. 

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.