Cronaca
Commenta

Droga nel quadro elettrico e nella
felpa. Patteggia 2 anni e 4 mesi

Ha patteggiato due anni e quattro mesi di reclusione e 10.000 euro di multa, il 40enne italiano residente a Cremona, incensurato, arrestato lo scorso novembre per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, rimasto per un mese e mezzo agli arresti domiciliari, ha poi avuto accesso alla misura più lieve dell’obbligo di firma. Il suo legale, l’avvocato Giancarlo Rosa, ha intenzione di chiedere l’affidamento in prova ai servizi sociali.

Il 3 novembre scorso l’imputato era stato arrestato in flagranza di reato dalla polizia che lo sospettava di rifornire una clientela selezionata in città, in particolare durante i weekend.

Gli uomini dell’antidroga avevano monitorato per diversi giorni tutti i suoi vorticosi movimenti a bordo del suo veicolo, osservando gli spostamenti e i luoghi che frequentava quotidianamente.

Ai poliziotti, il 40enne aveva spontaneamente consegnato circa 150 grammi di cocaina nascosti all’interno di una felpa in garage e in un quadro elettrico nel ripostiglio della sua abitazione. Inoltre, erano stati sequestrati oltre 5000 euro in contanti, un bilancino di precisione e materiale per il taglio dello stupefacente. Nella sua auto era stata trovata anche una pallina contenente cocaina.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti