Un commento

Linea Group, il sindaco punta su Franco Mazzini per la presidenza 'a tempo' Lunedì cda di Aem, martedì assemblea Lgh

lgh

Franco Mazzini verso la nomina a presidente di Linea Group Holding. L’attuale vicepresidente di Aem Spa è il papabile per la successione temporanea ad Andrea Pasquali, come peraltro emerso nei giorni scorsi. Lunedì 19 si riunisce il Cda di Aem Spa, durante il quale verrà formalizzata l’indicazione del sindaco per la presidenza di Lgh. Ancora negli ultimi giorni, Perri ha ribadito che intende puntare su una persona di Cremona, competente e con esperienza nel settore. Di fatto, l’identikit di Mazzini.
Martedì 20, a ventiquattrore dal Cda di Aem Spa, si riunirà l’assemblea dei soci di Linea Group. In questa sede si tratterà di ratificare la proposta che formulerà il presidente di Aem, Franco Albertoni. Non dovrebbero esserci particolari intoppi: in base ai patti parasociali, la presidenza di Lgh spetta a Cremona, socio di maggioranza insieme a Rovato con oltre il 30% delle quote.
Sulla nomina del successore di Pasquali si sono riuniti venerdì il coordinamento cittadino e quello provinciale del Pdl. A quanto si apprende, nessuna obiezione a che sia il sindaco a proporre il nome del successore di Pasquali.
Successore temporaneo, perché il nuovo presidente resterà in carica al massimo fino al 30 di giugno, quando la holding approverà il bilancio e si preparerà al rinnovo degli organismi sociali nel loro complesso. Solo a quel punto – o comunque nelle settimane precedenti l’approvazione del bilancio – partiranno le trattative vere e proprie per l’indicazione del futuro presidente, alla luce anche dei nuovi equilibri che nel frattempo si saranno venuti a creare, dal momento che alcune realtà di Lgh, Crema ad esempio, saranno passate per le elezioni.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • IL GREGGE

    Premetto: Franco Mazzini presidente Lgh mi va benissimo, anche dopo giugno. Nemmeno un po’ la “cremonesità” con cui si è giunti al suo nome. Finalmente sbarazzati di Pasquali, Oreste recita la solita manfrina: chiedo ai partiti della maggioranza di farmi dei nomi per il successore.
    Quando tutti, a cominciare dai partiti, sappiamo che il nome gli verrà da altre parti. Ecco tempi e modi, dati da http://www.cremonaoggi.it:
    “Ancora negli ultimi giorni, Perri ha ribadito che intende puntare su una persona di Cremona, competente e con esperienza nel settore. Di fatto, l’identikit di Mazzini.”
    La controrisposta della maggioranza:
    “Sulla nomina del successore di Pasquali si sono riuniti venerdì il coordinamento cittadino e quello provinciale del Pdl. A quanto si apprende, nessuna obiezione a che sia il sindaco (o chi per esso, n.d.r.) a proporre il nome del successore di Pasquali.”
    Cari amici della maggioranza, io non voglio sostenere l’obbligo perenne del bastian contrario, ma, modi a parte che per l’ennesima volta vi mettono alla berlina di fronte all’intera città, portavoti e basta, in parole povere, invece di lamentarvi, sovente, Oreste fa quel che vogliono etc, mostrate coi fatti di apprezzare che i cittadini vi abbiano affidato un ruolo, e che ci tengono lo esercitiate.

    Cremona 19 03 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info