Commenta

Funghi velenosi, 52enne cremonese salvata dai medici

Ha rischiato grosso una cremonese di 52 anni, salvata dai medici dell’ospedale di Cremona dopo essersi sentita male per un avvelenamento da funghi. Fra i prataioli raccolti dal marito nella zona di Pozzaglio, infatti, c’era una velenosissima Amanita che la donna ha mangiato durante la cena. Dopo aver accusato forti dolori, è stata ricoverata d’urgenza in ospedale e salvata grazie ad una lavanda gastrica. Fondamentale, per la guarigione della signora, è stata anche la collaborazione del ‘Centro anti veleni’ di Pavia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti