Commenta

Calcioscommesse: quindici nuovi indagati, i "pentiti" patteggiano

martino-carobbio-gervasoni

Nuovi colpi di scena nell’indagine sul calcioscommesse. Sono quindici i nuovi indagati dell’inchiesta seguita dal procuratore Roberto di Martino. Nel mirino quindici nuovi nomi di calciatori e partite già prese in considerazione che però vedono coinvolti personaggi inediti. Si parla anche di partite nuove relative al campionato 2013.

Intanto oggi i due “superpentiti” dell’inchiesta sul calcioscommesse hanno patteggiato. In mattinata le posizioni di Carlo Gervasoni, ex Cremo e Piacenza, e Filippo Carobbio, ex giocatore del Siena, accusati di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva, sono finite davanti al gup Francesco Sora. Pene già concordate col pm Roberto di Martino. Per Gervasoni un anno e dieci mesi, per Carobbio un anno e sei mesi (in entrambi i casi pena sospesa). I due non erano in aula: presenti solo i loro avvocati, Fausto Pellizzari e Riccardo Donzelli per Carobbio e Filippo Andreussi e Niccolò Vaccari per Gervasoni. I legali di Carobbio hanno dichiarato: “è la fine di un percorso”, mentre i legali dell’ex Cremo hanno commentato che “il contributo dato da Gervasoni è stato assolutamente unico. Tutto quello che ha detto l’ha detto perché si è realmente ravveduto”.

Il procuratore di Martino ha ritenuto Gervasoni e Carobbio “collaboratori assolutamente attendibili”: Non è infatti frequente per un reato di associazione a delinquere ottenere un patteggiamento con pensa sospesa. Per il procuratore, però, la diffrenza sta proprio nella “notevole collaborazione” che entrambi hanno offerto all’indagine.

Di seguito la lista delle partite incriminate contestate a Carobbio e Gervasoni:

Verona-Piacenza 6 maggio 2006, Frosinone-Albinoleffe 1 giugno 2008, Ancona-Albinoleffe 17 gennaio 2009, Pisa-Albinoleffe 7 marzo 2009, Salernitana Albinoleffe 18 aprile 2009, Frosinone-Albinoleffe 9 maggio 2009, Albinoleffe-Ancona 30 maggio 2009, Rimini-Albinoleffe 20 dicembre 2009, Grosseto-Mantova 15 marzo 2010, Empoli-Mantova 23 marzo 2010, Brescia Mantova 2 aprile 2010, Cittadella-Mantova 24 aprile 2010, Ancona-Grosseto 30 aprile 2010, Salernitana-Mantova 1 maggio 2010, Mantova-Modena 8 maggio 2010, Empoli-Grosseto 30 maggio 2010, Cremonese-Monza 27 ottobre 2010, Atalanta-Livorno 27 ottobre 2010, Cremonese-Paganese 14 novembre 2010, Monza-Cremonese 21 novembre 2010, Chievo-Novara 30 novembre 2010, Siena-Piacenza 19 febbraio 2011, Atalanta-Piacenza 19 marzo 2011, Novara-Ascoli 2 aprile 2011, Piacenza-Pescara 9 aprile 2011, Novara-Siena 1 maggio 2011, Palermo-Bari 7 maggio 2011, Siena-Torino 7 maggio 2011, Lazio-Genoa 14 maggio 2011, Piacenza-Albinoleffe 21 maggio 2011, Siena-Varese 21 maggio 2011, Lecce-Lazio 21 maggio 2011, Albinoleffe-Siena 29 maggio 2011.

Domani intanto il procuratore Roberto di Martino ascolterà Cristian Stellini, ex calciatore del Bari ed ex assistente del tecnico Antonio Conte.  Il 3 luglio, invece, toccherà Ferdinando Coppola, ex portiere del Siena, oggi al Torino.

Di Martino ha già letto 200 delle 400 pagine che compongono la relazione dello Sco (Servizio centrale operativo) della polizia e che potrebbero imprimere una svolta all’inchiesta. Ci sono i tabulati che descrivono i contatti del famoso mister X, l’uomo che vendeva dritte sulle partite di A taroccate, e che portano a vecchi e nuovi nomi, anche di persone ancora coinvolte nel mondo del calcio.

Nel frattempo è stata depositata la richiesta di incidente probatorio per visionare il contenuto di 200 apparecchi elettronici, tra computer e smartphone, che appartengono agli imputati ancora sottoposti ad indagine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti