Cronaca
Commenta8

Il Brasile chiama Perri per allenare la nazionale di canoa a Rio 2016

Dallo sport alla politica, dalla politica allo sport. Il cerchio, per il sindaco Oreste Perri potrebbe chiudersi di qui a pochi mesi. Perchè lui, a differenza di altri amministratori,  un’offerta di lavoro, e molto allettante, l’ha già ricevuta.

Il Comitato Olimpico brasiliano ha sondato in questi giorni Oreste Perri per chiedergli la disponibilità a guidare la nazionale brasiliana di canoa alle Olimpiadi di Rio 2016. Lo stato sudamericano di “Ordem e Progressio” sta infatti serrando le fila per arrivare all’appuntamento olimpico con tutte le carte in regola in ogni disciplina sportiva e dare al proprio squadrone olimpico la forza e la preparazione per fare incetta di medaglie. Per questa ragione sta cercando, anche nelle discipline poco praticate, di accelerare la scelta degli atleti e degli staff tecnici per arrivare con forza all’appuntamento del 2016. Logico quindi che si siano rivolti ad un ex campione della canoa (mondiale dei 10.000 a Città del Messico 1974, oro nel K1 1000 metri a Belgrado nel 1975 e  nel k1 10mila metri a Sofia nel 1977) e già Commissario Tecnico della nazionale italiana per tanti anni, con sei Olimpiadi all’attivo: Seul 1988, Barcellona 1992, Atlanta 1996, Sidney 2000, Atene 2004, Pechino 2008, sempre con risultati da podio.

Perri non ha ancora dato una risposta definitiva al Comitato Olimpico brasiliano che chiedeva risposte veloci e soprattutto disponibilità immediata. Ma Perri, a quanto risulta abbia confidato ad amici e collaboratori, non avrebbe intenzione di lasciare la guida della città per rituffarsi nello sport. “Non lascio a metà il lavoro compiuto – ha dichiarato il sindaco – per questo mi sto impegnando tra mille difficoltà, soprattutto dovute ai tagli di bilancio necessari, per chiudere bene il mandato portando a casa importanti risultati per la città, come ad esempio l’eliminazione dei passaggi a livello. Non voglio neppure parlare di eventuali ricandidatura. Sono impegnato a terminare bene il mio lavoro di sindaco al quale sto dedicando tutte le mie forze”

La tentazione, per un sindaco che più volte, in privato, si è detto stanco e provato anche fisicamente dal ruolo, è senz’altro forte. E d’altra parte mai, in nessuna occasione, Perri ha confermato una sua volontà a fare il bis, nonostante in tanti gliel’abbiano chiesto.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti