Un commento

Carovana nomade sloggiata anche da Cappella Cantone

nomadi

Nella foto, lo sgombero del 30 luglio dal piazzale della Fiera di Cremona

Da Cremona a Soresina e da qui a Cappella Cantone, dove sono stati nuovamente fatti sloggiare. I nomadi che qualche giorno fa erano stati allontanati dalla zona Fiera avevano finito con l’installarsi nel soresinese dove però sabato 3 agosto nel pomeriggio, il campo è stato fatto sgomberare da carabinieri e poliziotti. I nomadi  erano accampati da tre giorni nell’area industriale del paese lungo la Paullese, senza alcun permesso. Il sindaco aveva emesso da subito un’ordinanza che intimava loro di lasciare l’area entro sabato cosa non avvenuta. Da qui l’intervento delle forze dell’ordine, reso complicato dal fatto che il gruppo, di circa 30 persone, ha opposto molte resistenze. All’interno del campo nomadi, numerose donne con bambini piccoli. Alla fine, dopo una lenta opera di persuasione anche da parte del personale della questura nella persona del vice questore vicario Gerardo Acquaviva, i nomadi se ne sono andati senza interventi coercitivi. Verso le 19 la carovana è stata accompagnata al limite del territorio di Lodi, dove presumibilmente si ripeterà la stessa storia. Per i nomadi è scattato il deferimento alla procura della Repubblica di Cremona per “inosservanza di provvedimento dell’autorità”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • DonZauker

    Veramente è un falso problema: che qualcuno dia ai nomadi l’indirizzo della ministra Kienge… lei saprà accoglierli!