Commenta

Calcioscommesse, Mezzaroma sarà interrogato dal pm

mezzaroma

Il presidente del Siena Massimo Mezzaroma sarà interrogato la settimana prossima nell’ambito del filone cremonese che lo vede indagato dopo le rivelazioni – sempre smentite dallo stesso Mezzaroma – di Filippo Carobbio (ex giocatore del Siena che accusa anche Antonio Conte), e di Carlo Gervasoni, altro calciatore ‘pentito’ nell’inchiesta. Era stato Gervasoni, il primo a parlare con il procuratore di Cremona Roberto di Martino e a raccontare che in occasione di Siena-Varese del 21 maggio del 2011 ”contattai Carobbio per verificare” la possibilità di combinare l’incontro. ”’Qualche giorno prima della partita Siena-Varese – dichiarò poi Carobbio – Ferdinando Coppola (allora portiere della squadra toscana ndr) entrò negli spogliatoi sbiancato in volto rappresentandoci che poco prima, all’esterno degli spogliatoi, era stato avvicinato da una persona vicina al presidente che gli aveva chiesto se c’era la possibilita’ di perdere la partita”. Questa persona, ”di cui Coppola mi fece anche il nome ma che in questo momento non ricordo, probabilmente in quanto si trattava di qualcuno che non avevo occasione di vedere molto spesso – proseguì Carobbio – gli aveva detto che il presidente intendeva scommettere o aveva scommesso sulla nostra sconfitta. Intendo riferirmi al presidente Mezzaroma”. Nell’interrogatorio Carobbio raccontò anche che della richiesta del presidente era al corrente anche lo staff tecnico. L’interrogatorio di Mezzaroma, a quanto si è saputo, è previsto per il 6 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti