Commenta

Inchiesta 'Energopoli', Gdf: 'Danno erariale da 13 milioni di euro'

finanza_evid

Per la presunta truffa dell’insediamento industriale energetico di Scandale (Crotone), al centro dell’inchiesta “Energopoli” della Guardia di finanza crotonese e che secondo il quadro accusatorio sarebbe stata organizzata anche dall’imprenditore soresinese Aldo Bonaldi (residente nel Principato di Monaco e tra i 12 soggetti destinatari nel  2013 dell’avviso di conclusione delle indagini), le Fiamme gialle hanno segnalato alla Procura regionale della Corte dei conti di Catanzaro un danno erariale da 13 milioni di euro. La segnalazione è partita dai militari del Nucleo di polizia tributaria di Crotone e delinea l’indebita percezione di finanziamenti a carico del bilancio nazionale e della Regione Calabria. L’inchiesta della Finanza, come noto, indica una mancata realizzazione dell’accordo di programma stipulato tra il ministero delle Attività Produttive (oggi ministero per lo Sviluppo Economico) ed il Consorzio Eurosviluppo per la realizzazione di un “piano di insediamento industriale in filiera energetica” nel comune di Scandale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti