Commenta

Sicurezza e lavoro tra i primi punti per la lista di Carmine Scotti

scotti-lista

E’ stata presentata ieri sera, 14 aprile, la lista elettorale del “Movimento per Cremona”, con candidato sindaco Carmine Scotti. Questi i nomi a sostegno della candidatura dell’ex poliziotto cremonese:  Fulvio Rozzi (libero professionista), Giorgio Donno (ingegnere consulente), Francesco Gambazzi (esperto avicolo), Maria Cristina Gazzina (psicologa), Giuseppe Arena (regista), Giuseppe Guarneri (manager), Lorenzo Bettoli (team manager Us Cremonese), Giuseppe Guarnieri (assicuratore), Enzo Carotti (pensionato), Giovanna Micaela Mandara (ristoratrice), Giada De Carolis (impiegata), Lara Marcarini (studentessa), Erika De Giulio (grafico pubblicitario) Daniele Osti (avvocato), Roberto Dilda (pensionato), Marcello Rossi (impiegato), Giuseppe Falco (pensionato), Angelo Rota (commerciante), Pietro Fazio (impiegato), Maria Adele Salvadori (assistente sanitaria), Giovanni Fortunato (architetto), Sonia Sclavi (laureata in economia aziendale), Renato Antonio Frattolillo (insegnante), Caterina Severino (capotreno), Mauro Gandini (pensionato), Vincenzo Siliprandi (medico), Davide Garbetta (avvocato), Milena Sinelli (coadiuvante agricola), Mariella Gasparotto (libera professionista), Annalisa Subacchi (nutrizionista), Chiara Gatta (commerciante), Alessandra Tortini (insegnante).

Tra i  punti del programma della lista: Sicurezza: più controlli in periferia e implementazione dei sistemi di vigilanza remota; più incisivo coordinamento con altre forze di polizia. Impresa e lavoro: sostegno all’insediamento di imprese giovani ed innovative; aiuto al lavoro dipendente. Cultura e Turismo: mostre internazionali, promozione del “made in Cremona” dalla liuteria alla musica, dai prodotti tipici al cicloturismo. Commercio: agevolazione del commercio di prossimità e rivitalizzazione del centro storico. Manutenzione stradale: più interventi nelle periferie e negli assi viari cittadini. Ambiente: riqualificazione dei parchi e creazione di “zone natura”. Snellimento burocrazia: nuove procedure semplificate e sviluppo procedure telematiche “home-facility”. Welfare: maggiore assistenza agli anziani e maggior supporto alle famiglie. Sport: realizzazione del polo dello sport.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti