Ultim'ora
Commenta

Don Marco Anselmi, la rinuncia per un lavoro "laico" a Suzzara

AGGIORNAMENTO  – Sarà don Alessandro Capeletti, già vicario a Casalmaggiore ad attualmente vicario zonale della zona undicesima, a celebrare messa a Pomponesco (provincia di Mantova e diocesi di Cremona), dopo la rinuncia alla Parrocchia “Ss. Sette Fratelli martiri” presentata da don Marco Anselmi. Il decreto di nomina è stato firmato dal Vescovo Lafranconi la stessa domenica 24 agosto nella quella è stata annunciata la ‘pausa di riflessione’ da parte di don Marco, durante la Messa.

La scelta di don marco ha suscitato stupore e sorpresa anche tra molti sacerdoti operanti sul casalasco. Qualche “voce” in effetti aveva già cominciato a circolare su questioni private che stavano coinvolgendo il prete 45enne. Tuttavia la decisone di lasciare la parrocchia ha creato rincrescimento, date le sue doti e qualità riconosciute in maniera univoca. Adesso don Marco si è trasferito a Suzzara dove ha chiesto e ottenuto di lavorare come laico togliendosi momentaneamente la veste sacerdotale.

In passato era stato anche a Casalmaggiore come vicario di don Alberto Franzini e prima ancora a Viadana e Rivarolo Mantovano. Motivi personali sarebbero alla base della difficile decisione, davvero controcorrente nel mondo del clero. Don Anselmi, 44 anni, nativo di Cremona, lascia Pomponesco dopo quasi due anni, essendo arrivato nella comunità mantovana nel settembre 2013.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti