Ultim'ora
Commenta

Fondi dalla Regione per i siti contaminati, ma Cremona è tagliata fuori

Fondi in arrivo dalla Regione per le bonifiche dei siti contaminati, ma a Cremona non arriverà niente. Ad annunciare l’ammontare dell’investimento, oltre 17 milioni di euro, è l’assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile Claudia Maria Terzi. Ma tra i comuni interessati, non ve ne è alcuno del nostro territorio, nonostante in esso vi siano ben 13 siti contaminati.

Delle risorse stanziate, 10 milioni di euro andranno ad Asola (Mantova); 172.000 a Calolziocorte (Lecco); 130.000 a Verdellino (Bergamo, per la messa in sicurezza); 216.000 a Mediglia (Milano); 400.000 euro a Rho (Milano); 2.150.000 euro alla Valle Lomellina (Pavia); 2,6 milioni di euro a Lacchiarella (Milano); 380.000 euro a Gardone Valtrompia (Brescia); 756.000 euro ad Albaredo Arnaboldi (Pavia); per altri interventi di Messa in sicurezza d’emergenza (M.I.S.E.) circa 48 mila euro.

“A questi investimenti regionali si aggiungono – precisa ancora l’assessore Terzi – ulteriori 350.000 euro, sempre di risorse lombarde: 300.000 per il Comune di Verdellino (progettazione degli interventi di sperimentazione di metodologie innovative di bonifica) e 50.000 per l’integrazione finanziaria per la realizzazione di ulteriori piezometri nella Provincia di Milano, gestiti da Regione Lombardia, a seguito di variazione compensativa ai fini dell’adeguamento con il Piano dei Conti”. Infine, la Giunta lombarda ha deliberato ulteriori 143.000 euro per la realizzazione dell’intervento nel Comune di Varzi (Pavia).

Nulla invece per i 13 siti cremonesi, presenti nell’elenco stilato da Regione Lombardia, che tiene il conto delle situazioni che riguardano gli eventi accidentali, gli sversamenti e lo scarico abusivo di rifiuti nel suolo e nel sottosuolo. In particolare, l’elenco pubblicato riguarda: siti con contaminazione di suolo e falda, siti con contaminazione o di solo suolo o di sola falda, siti con contaminazione di falda e bonifica dei suoli conclusa.Dei tredici, cinque sono situati a Cremona città, due a Sergnano, uno a Casalmaggiore, uno a Castelleone, uno a Offanengo, uno a Salvirola, uno a Ca’ D’Andrea, uno a Grumello Cremonese.

Relativi alla città c’è l’Ads Cremona Sud, situato in A21, l’area ex Armaguerra di via Castelleone, la ditta Fragni di via delle Industrie, la Keropetrol di via Boschetto, la Tamoil di via Caduti del Lavoro. A Castelleone viene invece indicata la Bic Italia, mente a Casalmaggiore ad essere contaminata è l’area in cui sorge la Fir Elettromeccanica. A Grumello si trova la Pv Api (Statale 415). A Offanengo c’è lo stabilimento Bosch Vhit sulla Circonvallazione Sud, a Salvirola la Tamoil Petroli di via Umberto I, a Sergnano la Tamoil di via Marconi e la Stogit.

lb

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti