Commenta

Torrone, iniziata installazione stand Espositori locali assenti: sono troppo cari

Gli stand del torrone hanno iniziato questa mattina la pacifica invasione di via Verdi, corso Campi e  corso Cavour, in piena ztl, e quindi per quattro giorni, fino a domenica, niente auto in questa direttrice, nemmeno a partire dalle 16, quando con il nuovo sistema inaugurato a settembre, la ztl diventa percorribile. L’anteprima della festa del torrone serve per attirare a Cremona gli ultimi visitatori di Expo, dove sabato mattina 24 ottobre prenderà il via il corteo storico che approderà in piazza del Duomo nel pomeriggio. Per dar modo di allestire la scenografia, il Comune ha chiesto, nell’ultimo incontro con i rappresentanti degli ambulanti martedì scorso, di lasciare libero il plateatico alle 13 anzichè all’orario regolamentare delle 14. La risposta è stata un rifiuto, segnale tangibile di una contrapposizione tutt’altro che risolta tra la categoria e l’amministrazione comunale. “Smontare alle 13 significa dover cominciare a chiudere tra le 11,30 e le 12, quando sappiamo benissimo che quella è l’ora in cui si lavora di più, e poi ce l’hanno comunicato troppo tardi. Non se ne parla neanche”, afferma un esercente, il che fa pensare che la Polizia Muncipale avrà del lavoro sabato mattina.

Confermato inoltre che dall’anteprima della manifestazione di sabato e domenica mancheranno gli espositori storici locali della festa del torrone made in Cremona, gli stessi che anni fa diedero il via alla manifestazione in formato ‘casalingo’, inaugurando un’idea poi rilevatasi vincente. I sei espositori che tradizionalmente rappresentano l’imprenditoria cremonese del settore (sia produttori, che rivenditori) – ad esclusione di Sperlari, Rivoltini e Vergani che hanno un ruolo a sé nell’organizzazione – hanno deciso di disertare l’appuntamento di sabato e domenica 24 e 25 in quanto la cifra loro richiesta per l’affitto degli stand in cortile Federico II  è troppo elevata, in considerazione del fatto che a fine novembre saranno chiamati ad un ulteriore esborso.

Ancora in alto mare anche una condivisione sull’occupazione di spazi pubblici durante la festa vera e propria, tra 21 e 29 novembre, quando saranno tre i giorni mercatali in cui gli ambulanti dovranno spostarsi dalla loro sede. L’ultima proposta avanzata dai tecnici comunali, di lasciare 26 banchi in via Baldesio, spostando i rimanenti 70 circa in corso Vittorio Emanuele,  ha lasciato fredda la categoria, che punta invece a spostarne al massimo una quarantina, occupando cioè solo il tratto iniziale di corso Vittorio Emanuele (da piazza Stradivari fino all’incrocio con via Ala Ponzone e via Ponchielli).

Tutti problemi che però non sembrano ostacolare la preparazione della festa. Oltre al corteo storico di sabato e alle mostre che inaugurano nel week end (Tognazzi al Museo del Violino e mostra su Linus tra Palazzo Comunale e Museo Storia Naturale) tornerà a Cremona il “Coca-Cola Sport Village”, uno spazio dove sarà possibile praticare numerose attività sportive, tra cui ping-pong, calcio balilla umano e basket ma anche lezioni di zumba e tanto altro ancora. Il villaggio sarà aperto gratuitamente al pubblico in Piazza Roma sabato 24 e domenica 25 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 19.00”.

g.biagi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti