Commenta

Provincia, prorogati i dirigenti
Rsu alla ricerca di posizione
univoca su esuberi

Bozza esuberi in Provincia: Rsu alla ricerca di una posizione comune che per ora non c'è. I rappresentanti sindacali dei lavoratori si sono ridati appuntamento alla volta di giovedì 29. Intanto prorogati da Vezzini i dirigenti fino a scadenza mandato (Agricoltura fino a dicembre).
Dipendenti della Provincia in assemblea

Non c’è ancora un parere condiviso nella rappresentanza sindacale unitaria, sulla delicata questione dei criteri per la definizione della nuova pianta organica della Provincia. I rappresentanti in Rsu si sono ritrovati oggi 27 ottobre, ma si sono ridati appuntamento alla volta di giovedì 29 per stilare un documento comune. O forse due documenti, come lascia intendere Luca Erfini, rappresentante di Usb, il sindacato di base. “La principale discriminante è relativa al fatto che questa bozza di criteri ci viene data in assenza di una effettiva riorganizzazione di quello che sarà il nuovo ente. Non si sa quanti settori resteranno, quanti dirigenti, quanti capiservizio. Discutere di questa bozza significa accettare un metodo che prescinde del tutto dall’impianto organizzativo di quello che sarà il nuovo ente”. C’è poi un altro filone di pensiero, che ritiene comunque necessario basarsi sul testo consegnato il 21 ottobre scorso dalla parte dirigenziale, andando semmai a discutere sul maggiore o minor peso che dovrebbero avere i vari elementi (carichi famigliari, presenza di figli piccoli; piuttosto che professionalità acquisite), senza pretendere di andare a sindacare sull’impianto generale. Non è escluso che giovedì vengano formulati due testi da sottoporre eventualmente anche all’assemblea dei lavoratori.

Intanto, con varie delibere del presidente Carlo Vezzini datate 26 ottobre, sono stati prorogati fino al termine del mandato tutti gli incarichi dirigenziali attualmente esistenti nell’ente. Prorogato solo fino al 31/12/2015 quello di Andrea Azzoni, dirigente di Agricoltura e Ambiente, in vista del passaggio, dal 1 gennaio, delle competenze relative all’Agricoltura (e di alcune deleghe ambientali) alla Regione. Risultano così confermati: Belotti: vicesegretario generale e settore Risorse Umane; Bonvini settore Comunicazione, servizi informativi cultura e turismo; Ghizzoni, Patrimonio e Provveditorato; Malabarba programmazione e infrastrutture stradali; Placchi, Coordinamento funzionale, Risorse economiche e finanziarie, Polizia Locale (solo adempimenti di carattere amministrativo); Rech, Lavoro e Formazione; Zanoni, Pianificazione territoriale e Trasporti.

g.b.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti