2 Commenti

Rapinatore alla Casa dell'accoglienza,
spintoni a don Pezzetti:
arrestato 26enne ivoriano

I carabinieri del Nucleo radiomobile della compagnia di Cremona attorno alle 4 hanno arrestato per tentata rapina e lesioni personali un 26enne ivoriano (G.A.J.J.), senza fissa dimora, che si era introdotto abusivamente nella Casa dell’accoglienza e approfittando dell’ora aveva iniziato ad impossessarsi di telefoni cellulari che erano stati riposti nei vari armadietti ed erano presenti nelle camere. Mentre stava rovistando in una camera di un nigeriano, è sorpreso da un migrante, che gli ha intimato ad alta voce di fermarsi. Sul posto è accorso anche il responsabile della struttura, don Antonio Pezzetti, il quale nella concitazione dei fatti è stato anche minacciato e colpito da qualche spintone, senza conseguenze fisiche. Uno degli altri intervenuti è ricorso alle cure mediche del Pronto soccorso dell’Ospedale di Cremona dove è stata registrata una contusione alla spalla destra con 7 giorni di prognosi. I militari del Nucleo radiomobile intervenuti a seguito di attivazione al 112, hanno provveduto di conseguenza a bloccare l’uomo che stava ulteriormente minacciando gli intervenuti, sottoponendolo a perquisizione nel corso della quale è emerso il possesso di due cellulari poco prima asportati che sono stati subito restituiti ai legittimi proprietari. Il 26enne è stato dichiarato in stato d’arresto per rapina e lesioni personali.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • giorgino carnevali

    “SANT’ANTONIO”….PEZZETTI, UNA RISORSA.
    Un applauso lungo una giornata intera al don Antonio per quella sua instancabile opera benemerita a favore degli ospiti della casa dell’Accoglienza. Senza di lui….come si farebbe? Abnegazione, attaccamento, vicinanza, sempre li difende (e li protegge) quei suoi ospiti. Auguri e coraggio, don Antonio, non mollare mai!

  • luciano

    Chi è causa del suo mal pianga se stesso