Commenta

La Lega chiede conto al
sindaco del futuro del canile

La Lega Nord interviene sulla vicenda canile di via Casello, a pochi giorni dalla scadenza della convenzione tra Associazione Zoofili e Comune per la gestione.

La Lega Nord interviene sulla vicenda canile di via Casello, a pochi giorni dalla scadenza della convenzione tra Associazione Zoofili e Comune per la gestione. Molti gli interrogativi suscitati dal capogruppo in Consiglio Alessandro Carpani e da Alessandro Fanti, soprattutto dopo l’uscita di notizie relative al cambio della guardia di fine novembre, nel direttivo dell’associazione, proprio durante la delicata fase di fine convenzione.

Nell’interrogazione a risposta orale, si chiede al Comune se “tra i soci o volontari dell’Associazione Zoofili Cremonesi che gestisce il canile di Cremona, sono presenti attualmente soggetti che hanno subito la condanna di primo grado da parte del Tribunale di Cremona per i fatti esposti in precedenza (condanna in primo grado della ex vicepresidente dell’associazione Cheti Nin, ndr); da chi e come è attualmente composto l’organo direttivo dell’Associazione Zoofili Cremonesi; come intende dare continuità al servizio di gestione del “Rifugio del Cane”, vista l’imminente scadenza della convenzione in essere; quando e in che modalità intende riaffidare il servizio di gestione del canile e il servizio di custodia e gestione dei cani accalappiati e/o rinvenuti sul nostro territorio; se l’area del vecchio canile, presente nel piano delle alienazioni 2015, è stata assegnata, e se sì, a chi è stata assegnata; se l’area attualmente in uso all’Associazione Zoofili Cremonesi, è all’interno del Piano delle alienazioni; lo stato di attuazione delle linee programmatiche di mandato, nell’ambito “Animali”.”

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti