Un commento

Nuove deleghe in Giunta,
firmato il decreto

Il sindaco Galimberti ha firmato il decreto con cui riassegna le deleghe all'interno della Giunta.

Il sindaco Galimberti ha firmato il decreto con cui riassegna le deleghe all’interno della Giunta. Confermate le previsioni dei giorni scorsi:  il vicesindaco e assessore allo Sviluppo e all’Istruzione Maura Ruggeri si occuperà anche di Università e Ricerca, finora in capo al Sindaco, in coerenza con le altre deleghe legate alle politiche educative, al lavoro e allo sviluppo. In capo all’Assessore alla Città vivibile e Rigenerazione urbana Barbara Manfredini va lo Sportello Unico alle Imprese, finora attribuito all’Assessore Virgilio, nell’ottica di rendere omogenea l’area dello sviluppo di nuove attività produttive e del commercio.
L’Assessore alla Trasparenza e Vivibilità sociale Rosita Viola, in aggiunta ai settori a lei già affidati, si concentrerà anche su: Quartieri, prima del decreto in capo all’Assessore Barbara Manfredini, compatibilmente con il nuovo assetto organizzativo che prevede la costituzione di nuovo staff Quartieri e Periferie, traversale e sistematico, che vedrà comunque la Polizia Locale, di competenza dell’Assessore Barbara Manfredini protagonista; Servizi cimiteriali, già in capo all’Assessore Alessia Manfredini, nell’ottica di coordinamento con i Servizi Demografici, già di competenza della Viola; Non autosufficienza e piano locale anziani con l’Azienda speciale comunale ‘Cremona Solidale’, già di competenza dell’Assessore al Welfare di comunità Mauro Platè, in coerenza con il rafforzamento dell’investimento progettuale sulle politiche di inclusione sociale; Servizi statistici, prima in capo all’Assessore alle Risorse, all’Innovazione e alla Digitalizzazione Maurizio Manzi, anche in questo caso nell’ottica di coordinamento con i Servizi Demografici.
All’Assessore al Welfare di Comunità, Servizi alle famiglie e alla persona Mauro Platè, in termini di sociosanitario, oltre alla competenza sull’Azienda Speciale Consortile del Distretto Sociale Cremonese, viene ridefinita la delega dei rapporti con le nuove istituzioni della riforma sanitaria, l’Agenzia di Tutela della Salute Val Padana e l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Cremona.
Infine, per quanto riguarda l’Assessore al Territorio, all’Area Vasta e alla Casa Andrea Virgilio vengono specificate le deleghe della Pianificazione territoriale, con l’obiettivo delle alleanze territoriali nell’area vasta, e del Piano manutenzione edifici, finora di competenza dell’Assessore Alessia Manfredini, nell’ottica di una competenza complessiva sulla cura del patrimonio pubblico e con l’obiettivo politico strategico di un incremento della manutenzione in città. Viene specificata in capo all’Assessore all’Ambiente e alla Mobilità Alessia Manfredini la delega all’Economia circolare in linea con le politiche sui rifiuti e con i piani industriali delle partecipate e quella sulle Infrastrutture: viabilità, sottosuolo e illuminazione pubblica. Altre novità: vengono riformulate le deleghe dell’Organizzazione e Risorse umane in capo all’Assessore alle Risorse, all’Innovazione e alla Digitalizzazione Maurizio Manzi, nell’ottica di continuare il lavoro sulla riorganizzazione della struttura e sulla valorizzazione di competenze, e in capo al Sindaco Gianluca Galimberti del Distretto Culturale, progetto di Fondazione Cariplo di innovazione e di sviluppo, già della Provincia, ripreso in mano dal Comune di Cremona come capofila.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Sorcio Verde

    Si capisce che stanno cercando di fare una grande confusione per nascondere problemi e dilettantismo.