Commenta

2015, seimila multe in meno
sulle strade cremonesi

Il dato all'interno del bilancio di un anno di attività della Polizia Municipale: 50.088 contro le quasi 56mila del 2014, per un incasso di poco più di 2 milioni di euro.
foto Sessa

Gli incidenti stradali seguiti dalla Polizia Municipale sono scesi dai 787 del 2007 a 614 del 2015, un numero in costante diminuzione così pure come gli incidenti mortali, zero nell’ultimo anno (cinque nel 2007). Via Mantova (43), via Castelleone (38), viale Trento e Trieste (32) e via Persico (29) sono gli assi stradali con il maggior numero di casi.
Diminuite anche le sanzioni comminate dalla Municipale: 50.088 le violazioni accertate, quasi 6mila in meno dell’anno precedente, per un incasso di di 2 milioni 31mila euro, contro i 2.4 milioni circa dell’anno precedente. Una sottolineatura chiara viene dal comandante del Corpo Pierluigi Sforza: la Polizia municipale non serve a far cassa, ma punta al rispetto delle regole nel nome della sicurezza. E quando fa le multe, le fa a ragion veduta: solo lo 0,007 percento dei verbali viene sottoposto a ricorso, anche se quei pochi casi sono particolarmente eclatanti (vedi autovelox di via Persico – che, tra l’altro – resterà dov’è in quatto dichiarato legittimo).
Questi alcuni dei dati contenuti del dossier su un anno di attività della Polizia Municipale, presentati ieri dal comandante Pierluigi Sforza, dal vice Roberto ferrati e dall’assessore Barbara Manfredini, nella ricorrenza di S. Sebastiano, patrono del Corpo, il 20 gennaio. Nel pomeriggio di ieri, nella chiesa parrocchiale di San Sebastiano, si è tenuta una Messa concelebrata da mons. Alberto Franzini, parroco della Cattedrale e cappellano del Corpo della Polizia Locale, da don Massimo Calvi, parroco di San Sebastiano, e dal vicario Michele Martinelli. Nel corso della funzione l’offerta dei doni all’altare è stata fatta dal sovrintendente Simona Caravaggio e dall’agente scelto Roberto Volpari, mentre la tradizionale offerta del cero e del casco è stata affidata rispettivamente all’agente scelto Federica Ascari e al commissario Daniele Rodondi. La preghiera finale è stata letta dal vice comandante Roberto Ferrari, mentre il Comandante, al termine, ha salutato e ringraziato tutti i presenti. Alle  14.30 gli agenti in alta uniforme avevano accompagnato l’assessore Barbara Manfredini ed il l Comandante al Civico Cimitero per deporre una corona d’alloro alla stele dedicata ai colleghi defunti.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti